/ Attualità

Attualità | 25 maggio 2022, 10:47

Le maestre della scuola dell'infanzia di San Michele leggono ai bimbi e ai nonni della casa di riposo

Da qualche anno la scuola crea momenti di condivisione, di festa con gli anziani: canti, balli, addirittura un piccolo concerto, ma questa volta protagonisti sono stati i libri

Le maestre della scuola dell'infanzia di San Michele leggono ai bimbi e ai nonni della casa di riposo

"I libri sono ponti ostinati: uniscono, creano legami." Giuseppe Avigliano. A San Michele Mondovì proprio i libri, in una tiepida mattina di maggio, hanno creato un ponte tra i bambini della scuola dell’infanzia di San Michele ed i nonni della Casa di Riposo. Ormai da qualche anno la nostra Scuola crea momenti di condivisione, di festa con gli anziani: canti, balli, addirittura un piccolo concerto con strumenti costruiti da noi... ma questa volta protagonisti sono stati i libri.

I bambini dell’ultimo anno della nostra Scuola e le loro insegnanti con entusiasmo hanno portato alla Casa di riposo due libri speciali ed un cartellone su cui era raffigurato il protagonista di una delle storie: Turlututù. I nonni ed i bimbi, sono stati tutti trasportati nel medesimo mondo fantastico e per un attimo anche questi vecchietti sono tornati bambini partecipando attivamente: ad ogni nonno infatti Turlututù ha consegnato un ventaglio ed un fiorellino di carta che insieme ai bambini hanno dovuto sventolare per aiutare Turlututù a tornare sul suo pianeta. Anche la storia “Una zuppa di sasso” ha catturato l’attenzione e la curiosità di tutti, grandi e piccini! Questo è proprio il fine delle nostre visite alla Casa di riposo: permettere ai nonnini di vivere un momento particolare che tenga lorto compagnia, li rallegri e, di sorrisi, credetemi, ne abbiamo visti tanti! Ed è importante che i nostri bambini maturino empatia, comprensione ed attenzione verso l’altro ed a giudicare dal bilancio della mattinata direi che anche questo obiettivo è stato raggiunto.

La Prof.ssa Garelli Ivana, la Direttrice ed il personale della Casa di Riposo, la signora Deborah e le volontarie dell’Avo come sempre ci hanno riservato un’accoglienza calorosa ed hanno contribuito a rendere anche questa esperienza davvero speciale. Questo ci auguriamo possa essere il primo passo verso un progetto più grande: si vorrebbe realizzare presso la Casa di riposo un piccolo “angolo dei libri” a disposizione dei bambini, dei nonni o di chiunque voglia prenderli in prestito, scambiarli e condividere la passione per la lettura. La Scuola dell’Infanzia anche questa volta ha incontarto il territorio e lo ha fatto portando una ricetta speciale: libri, fantasia, immaginazione, allegria e desiderio di condivisione.


Sarah Cogni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium