/ Cronaca

Cronaca | 25 maggio 2022, 13:39

“Il suo cane abbaia tutto il giorno”: il giudice dichiara non punibile la padrona

La donna era imputata di disturbo alla quiete pubblica. A portarla in tribunale, era stata la vicina di casa

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Si è chiuso con una sentenza di assoluzione, intervenuta la causa di non punibilità di tenuità del fatto, il procedimento penale in corso al Tribunale di Cuneo iniziato da una donna, residente a Centallo, nei confronti della sua vicina di casa D.M.

La querelante, parte civile nel processo assistita dal legale Monica Anfossi, sosteneva che il cane dell’imputata abbaiava in continuazione «E’ una situazione insostenibile» aveva dichiarato in aula (LEGGI QUI). Secondo quanto riferito al pm in sede di esame, i latrati senza sosta avrebbero arrecato un vero e proprio disturbo alla quiete, costringendola così a sporgere denuncia nei confronti della padrona dell’animale.

Il reato contestato alla donna, assistita dall’avvocato Ferruccio Calamari, era disturbo alla quiete pubblica. Il periodo considerato dalla Procura , che ha chiesto come condanna il pagamento di una multa, faceva riferimento a partire dal maggio al settembre 2020. Ad associarsi alla richiesta del pubblico ministero, la parte civile.

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium