/ Saluzzese

Saluzzese | 26 maggio 2022, 10:34

Con la Neve delle rondini, parte al Castello della Manta, la rassegna del Cai Monviso “Montagne di Sera ”

Appuntamento sabato 28 maggio nel parco del castello con il monologo a lume di candela di Marco Albino Ferrari che porterà tra volti, suoni, storie delle Alpi. Gli incontri sono organizzati in collaborazione con il Parco del Monviso, il patrocinio del Comune di Saluzzo e con il FAI Castello della Manta. Ingresso libero fino ad esaurimento posti

La suggestione del castello della Manta in una foro in notturna

La suggestione del castello della Manta in una foro in notturna

 

Tornano in presenza gli incontri di “Montagne di Sera” del Cai Monviso Saluzzo, dopo sospensioni e incontri virtuali dovuti alla pandemia.

Gli incontri si svolgeranno in collaborazione con il Parco del Monviso, il patrocinio del comune di Saluzzo e con il FAI Castello della Manta, nuovo partner della rassegna, location del primo appuntamento: sabato 28 maggio alle 21, un monologo dal titolo “La Neve delle Rondini - volti, suoni, storie delle Alpi”  con un narratore d’eccezione, Marco Albino Ferrari.

La nuova collaborazione con il Castello della Manta unico bene FAI della Granda, si colloca nel progetto, varato lo scorso anno “Vie di Natura e Cultura”.

Nel giardino del maniero a partire dalle 20, prima dell’incontro con lo scrittore, giornalista, divulgatore di cultura delle terre alte, per chi lo desidera è previsto  un momento di relax nel parco, per gustare un aperitivo con prodotti del territorio (da acquistare in loco) o ancora per una breve visita guidata del castello dalle 20.15 (biglietteria in loco).

Nella sua narrazione suggestiva, a lume di candela, con l’accompagnamento musicale live di Francesco Zago e proiezioni video, Ferrari  condurrà in luoghi delle Alpi sconosciuti ai più, ma davvero sorprendenti.  “Quando si dice Alpi, subito vengono in mente le solite località alla moda, Courmayeur, Cervinia, Cortina... In realtà, questi luoghi dell’industria del turismo non sono che spazi circoscritti nel ben più vasto “arcipelago alpino”. Oltre alle montagne da cartolina si apre un mondo in gran parte sconosciuto e semi-abbandonato dopo lo spopolamento degli anni Sessanta- Settanta".

Ferrari, che è anche appassionato alpinista, porterà fra i ricordi dell’antica società montanara, narrando l’epica della scoperta delle alte quote, i processi di rinaturalizzazione di intere vallate, fino al contemporaneo insediamento dei “nuovi montanari”.  Offrendo una riflessione sulle Alpi, spazio geografico e mentale che può indicare la via verso nuovi e virtuosi modelli di vita.” Protagonisti anche i luoghi simbolo delle “Alpi che rinascono” tra i cui Ostana all’interno del Mab Unesco del parco del Monviso, con cui collabora il Fai Castello della Manta dal 2019.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. 

Gli incontri  di “Montagne di sera”, coordinati da Paola Bonavia del gruppo Cultura del Cai Monviso Saluzzo, dopo la prima data, si terranno anche al rifugio Vallanta, il sabato, mentre al Castello della Manta saranno il venerdì, sempre con ospiti particolarmente importati  del mondo della montagna.

Venerdì 24 giugno al Castello alle 21 è in programma Il secondo appuntamento che vedrà protagonista Nicolas Crunchant – “Vivere alle Falde del Monviso, in Francia”, l’autore di “Delitti alle Traversette e “Appuntamento fatale al Clot Sablé”  (editi da Fusta Editore) e che sabato 25 giugno sarà presente all’apertura del Rifugio Vallanta a Pontechianale, dove è previsto il pranzo con cucina tipica della valle e balli occitani.

A settembre, ci sarà anche una passeggiata con l’autore sulle colline del maniero mantese. 

Altri appuntamenti del programma sono consultabili sul sito www.caisaluzzo.it o su  https://www.facebook.com/104814431480125/posts/424692392825659/?sfnsn=scwspmo

vilma brignone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium