/ Politica

Politica | 21 giugno 2022, 20:12

Crisi ucraina, Bergesio (Lega): “Subito progetti volti all’autonomia strategica europea”

Il senatore cuneese aggiunge: "Chiediamo all’Unione Europea di impegnarsi nella ricerca di ogni soluzione, a livello di Onu, Ue e G7"

Il senatore della Lega Giorgio Maria Bergesio

Il senatore della Lega Giorgio Maria Bergesio

Immediato cessate il fuoco, de-escalation militare e impegno a ricercare una soluzione pacifica alla crisi, Italia come attore-chiave per una mediazione tra le parti, supporto alle domande di adesione all’Ue di Ucraina, Repubblica Moldova e Georgia: sono alcune delle richieste inserite nella risoluzione approvata questa sera dal Senato (con 219 voti favorevoli, 20 contrari e 22 astenuti) in vista del Consiglio Europeo del 23/24 giugno. Richieste che riprendono quanto comunicato dal Presidente del Consiglio Draghi ma che contengono anche alcuni distinguo. 

Spiega il Senatore della Lega, Giorgio Maria Bergesio“Chiediamo all’Ue di impegnarsi nella ricerca di ogni soluzione, a livello di Onu, Ue e G7, per assicurare la sicurezza alimentare a livello globale, ma anche la modifica del Patto di Stabilità e Crescita per favorire investimenti, la definizione di strumenti fiscali comuni europei per compensare gli squilibri per gli Stati dovuti alle conseguenze economiche della guerra in Ucraina e alle sanzioni alla Russia e quindi il rafforzamento delle politiche a favore di famiglie ed imprese in difficoltà”. 

“Inoltre occorre rendere esecutivi i progetti volti all’"autonomia strategica europea” per ridurre la dipendenza dell’Ue in settori cruciali, realizzando la diversificazione delle fonti energetiche e contrastando l’aumento dei prezzi dell’energia. A questo scopo è prioritario l’utilizzo per i Paesi membri dei fondi ancora disponibili nel Dispositivo di Ripresa e Resilienza ed altrettanto necessari sono gli investimenti sulle rinnovabili, ma anche l’introduzione di un tetto ai prezzi del gas e il disaccoppiamento del prezzo dell’energia tra rinnovabili e fonti fossili”, dice Bergesio. 

“Oggi inoltre il capogruppo della Lega in Senato, Massimiliano Romeo, ha chiesto che venga dichiarato subito lo stato di calamità per la grave crisi idrica che sta colpendo il Paese. Un’emergenza assoluta su cui occorre intervenire rapidamente”, conclude il Senatore Bergesio

cs

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium