ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 27 giugno 2022, 10:36

Cortemilia, un imprenditore in pensione la vittima dell’incidente in strada Sulite

Il 70enne è finito fuori strada col suo trattore mentre rientrava a casa dopo alcuni lavori in campagna. Domani i funerali nella parrocchiale del paese

Cortemilia, un imprenditore in pensione la vittima dell’incidente in strada Sulite

E’ scossa la comunità di Cortemilia per la notizia dell’incidente mortale avvenuto nelle campagne del paese nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 26 giugno.

Erano da poco passate le 19 quando dalla centrale operativa del 118 è scattato l’allarme. Un 70enne residente in paese, Giuseppe Conti, imprenditore in pensione, stava percorrendo strada Sulite, stretta via che si inerpica sulla collina al confine con Cravanzana, di rientro alla vicina cascina di famiglia dopo aver svolto alcuni lavori in un appezzamento di sua proprietà poco lontano. Forse a causa di un malore il mezzo agricolo che stava guidando è però uscito dalla carreggiata, ribaltandosi nella scarpata che la costeggia in quel tratto.

I soccorritori giunti sul posto hanno trovato l’uomo sbalzato a diversi metri dal veicolo. Le sue condizioni sono apparse subito disperate, tanto che i tentativi di salvargli la vita messi in atto dai sanitari si sono rilevati vani. Purtroppo inutile anche l’arrivo sul posto dell’elisoccorso, fatto poi rientrare alla base, mentre ai sanitari si erano intanto affiancati i Vigili del Fuoco – arrivati da Alba e dal Distaccamento Volontari di Dogliani – e i Carabinieri della locale Stazione.

A questi ultimi non è rimasto che registrare il decesso dell’uomo, originario e residente in paese, ma che fino a pochi anni fa aveva vissutto stabilmente ad Asti, dove conduceva un’avviata officina meccanica.

Su disposizione del magistrato di turno la sua salma è stata composta presso la camera mortuaria del cimitero di Cortemilia in attesa dei funerali, già fissati per il pomeriggio di domani, martedì 28 giugno, alle ore 16 presso la parrocchiale di San Michele, dove stasera alle 20.30 verrà recitato un rosario di preghiera.
Separato, l’uomo lascia una figlia, Serena, col marito Daniele.

Vicinanza alla famiglia arriva dal sindaco del centro langarolo Roberto Bodrito: «Siamo ovviamente addolorati per quanto successo. Conoscevano Giuseppe come una persona mite e cordiale. Una volta ritiratosi dal lavoro aveva scelto le nostre colline per trascorrere parte del suo tempo e veniva in paese ogni volta che poteva. Non rimane che stringerci al dolore dei suoi cari, cui va l’affetto della nostra comunità».

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium