Politica - 27 giugno 2022, 16:31

Cuneo, i candidati sindaco 'sconfitti' invitano la maggioranza a riflettere: "Meno di un quarto dei cittadini ha scelto Manassero"

Luciana Toselli, Juan Carlos Esposito e Beppe Lauria si uniscono a Franco Civallero e Giancarlo Boselli nell'analizzare il risultato del ballottaggio: "In queste elezioni hanno vinto tutti tranne la città"

Cuneo, i candidati sindaco 'sconfitti' invitano la maggioranza a riflettere: "Meno di un quarto dei cittadini ha scelto Manassero"

Nella sua analisi post-elettorale Giancarlo Boselli - candidato a sindaco di Cuneo per gli "Indipendenti" - ha sottolineato un dato ben specifico: oltre il 60% dei cuneesi non ha votato per il sindaco nella tornata elettorale di ballottaggio conclusasi nella serata di ieri (domenica 26 giugno).

Anche gli altri candidati - a partire dal contendente principale, Franco Civallero - hanno realizzato le stesse riflessioni. "I risultati testimoniamo un risultato del centrodestra unito che è andato al ballottaggio dopo 20 anni e che ha visto un incremento di oltre mille voti tra il primo e il secondo turno - commentano dalla Lega, Giorgio Maria Bergesio - . Fa riflettere l’elevato astensionismo che ha caratterizzato questo turno di ballottaggio. La lettura congiunta tra tale dato e l’ottimo risultato di Franco Civallero ci portano a toccare con mano la lontananza dell’elettorato di Cuneo dall’attuale amministrazione, che invitiamo conseguentemente a un dialogo costante con le minoranze rappresentate in consiglio comunale. Come Lega continueremo con la nostra attività di monitoraggio e ascolto, portando in consiglio le problematiche che ci verranno segnalate".

"Scontata la vittoria di Patrizia, da cui siamo separati profondamente a livello di programma ma sostanzialmente vicini come filosofia. Nei prossimi cinque anni, in consiglio, sosterremo il nostro programma e punteremo a far riconsiderare alla maggioranza alcune scelte fatte e ancora da fare" ha detto Luciana Toselli. "Meno di un quarto della popolazione ha votato al ballottaggio e questo è sintomo incontrovertibile del fatto che i cuneesi non abbiano votato la politica dell'amministrazione uscente. Il risultato ottenuto ieri notte è quel che rimane in una condizione di assenteismo fuori dal comune".

"I punti di fondo del nostro programma sono in parte vicini a quelli di Boselli - conclude la Toselli - e le forze del centrodestra condividono con noi il pensiero su piazza Europa. Il riconsiderare alcune scelte da parte della maggioranza, dato il risultato di primo turno e ballottaggio, potrebbe essere un buon punto di partenza per i prossimi cinque anni".

Anche Juan Carlos Cid Esposito - candidato di 3V - guarda al futuro: "Ci vuole un po’ di tempo perché le cose cambino e una società più matura, per cui continueremo a lavorare. Dopo che il germoglio è nato, a meno che qualcuno la tagli la pianta, crescerà di sicuro. E' chiara, però, la rassegnazione verso una politica senza più anima e vita, che è solo espressione della burocrazia".

Per "Beppe" Lauria il risultato era del tutto scontato: "I due progetti di città proposti erano identici e si è scelto l’originale, non la copia. Il centrodestra è arrivato fortemente in ritardo, ha presentato un candidato con la pura intenzione di perdere e l’occhio più alle politiche dell’anno prossimo che alle comunali di questo. Una responsabilità politica ben precisa, perché se avessero voluto giocare per vincere avrebbero iniziato ben prima con la campagna elettorale".

"Queste due settimane di ballottaggio si sono ridotte a una gara a chi aveva ‘il manifesto più grosso’. In pochi sono andati a votare perché non c’era contesa reale; insomma, in queste elezioni hanno vinto tutti tranne la città di Cuneo" ha concluso Lauria.

 

“Innanzitutto, auguriamo buon lavoro alla nuova Sindaca – commenta il Segretario provinciale Lega Senatore Giorgio Maria Bergesio – Ci tengo inoltre a ringraziare tutto il centrodestra, oltre al nostro candidato Franco Civallero, per quanto fatto in questi mesi di lavoro e di campagna elettorale. I risultati testimoniamo un risultato del centrodestra unito che è andato al ballottaggio dopo 20 anni e che ha visto un incremento di oltre mille voti tra il primo e il secondo turno. Fa riflettere l’elevato astensionismo che ha caratterizzato questo turno di ballottaggio: oltre il 60% dei cuneesi non si è infatti recato a votare. La lettura congiunta tra tale dato e l’ottimo risultato di Franco Civallero ci portano a toccare con mano la lontananza dell’elettorato di Cuneo dall’attuale amministrazione che invitiamo conseguentemente a un dialogo costante con le minoranze rappresentate in Consiglio comunale. Come Lega continueremo con la nostra attività di monitoraggio ed ascolto, portando in Consiglio le problematiche che ci verranno segnalate”.

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU