ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 27 giugno 2022, 16:19

Bra più vicina al Tribunale grazie al nuovo Ufficio di Prossimità

Un nuovo servizio ai cittadini su settori inerenti la volontaria giurisdizione grazie allo sportello inaugurato oggi presso la Ripartizione dei Servizi alla Persona del Comune

Il taglio del nastro del nuovo servizio

Il taglio del nastro del nuovo servizio

Bra ha un Ufficio di prossimità. Si tratta di una nuova realtà frutto della collaborazione tra Comune, Regione Piemonte, Ministero della Giustizia e Tribunale di Asti, che si pone l’obiettivo di avvicinare i cittadini all’amministrazione della giustizia su settori inerenti alla volontaria giurisdizione. L’ufficio inaugurato nella tarda mattinata di oggi, lunedì 27 giugno, è allestito presso la Ripartizione dei Servizi alla Persona del Comune, con accesso dal cortile di palazzo Garrone. 

Attraverso questo strumento”, hanno illustrato il sindaco Gianni Fogliato e l’assessore ai Servizi Sociali Lucilla Ciravegna, “si punta a fornire una ‘giustizia di prossimità’ agli appartenenti alle fasce più deboli, agevolandoli nei loro rapporti con il Tribunale ed evitando loro la necessità di recarsi ad Asti. Si tratta di un ulteriore passo a favore delle persone fragili del territorio braidese per il quale dobbiamo ringraziare la Regione, promotrice del progetto”.

In particolare, attraverso il nuovo sportello si potrà depositare determinati atti inerenti la richiesta e la gestione delle amministrazioni di sostegno e tutele, collegarsi da remoto per alcune udienze (ove il giudice lo consenta) e, grazie alla collaborazione con i volontari dell’associazione “La cordata”, ricevere un servizio di orientamento e prima informazione in relazione agli istituti di protezione giuridica a sostegno delle persone fragili.

La cerimonia è stata preceduta dal convegno intitolato “Fragilità, diritto e Ufficio di prossimità”, trasmesso in diretta streaming e tuttora visibile sulla pagina YouTube della Città di Bra. Tra i relatori il presidente della Sezione Civile del Tribunale di Asti Paolo Rampini, il consigliere della Corte d’Appello di Torino Silvia Casarino, il consigliere dell’Ordine degli avvocati astigiano Franca Dardo e il prof. Paolo Cendon.

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium