/ Attualità

Attualità | 27 giugno 2022, 09:58

Dogliani, nel primo semestre 2022 realizzati interventi per viabilità e restauri di beni artistici

Asfaltate e messe in sicurezza diverse strade, in corso gli interventi alla cappella del Ritiro del Sacra Famiglia

La rotonda di via Codevilla

La rotonda di via Codevilla

Una serie di lavori relativi alla viabilità, alla sistemazione di strade e di aree attinenti ad edifici di proprietà comunale, oltre che al restauro di beni artistico-architettonici, sono appena stati realizzati o in fase di ultimazione, in questa prima metà del 2022.

In un breve resoconto, a cura dell’Assessore ai Lavori Pubblici Emanuele Albarello, si illustrano qui i diversi interventi.

Restauri alla Cappella del Ritiro del Sacra Famiglia

Sono in corso, e a buon punto, i lavori di restauro della Cappella del Ritiro, facente parte del complesso schelliniano del Sacra Famiglia a Dogliani Castello. Si tratta del recupero e del ripristino delle originali tinteggiature delle pareti della chiesa. Con una sapiente operazione di scialbo si sono rinvenute le partiture orizzontali originali volute dallo Schellino ed i decori al contorno delle finestre.

Anche i serramenti fanno parte dell’intervento. A seguito del sopralluogo con il dott. Massimiliano Caldera della Soprintendenza, si è deciso di procedere alla sverniciatura, e alla smaltatura degli stessi con prodotti naturali e porosi, oltre alla sostituzione dei vetri esistenti inadeguati, con nuove soluzioni corrispondenti alle geometrie e cromie originali, legati a piombo. Tale intervento è possibile grazie ad una serie di finanziamenti ottenuti nel corso di questi anni. In primis il Gal Mongioie, la Fondazione CRT e Ministero dei Beni Culturali.

 

Viabilità comunale: asfaltatura e messa in sicurezza

Si sono conclusi gli interventi di bitumatura di alcune delle strade comunali maggiormente ammalorate. Questo è stato possibile tramite un finanziamento regionale, ottenuto grazie alla legge 18/1984, che prevede contributi alle amministrazioni comunali per la sistemazione ed il miglioramento di infrastrutture stradali.
Gli ambiti d’intervento sono stati sia nel centro del paese, ma soprattutto nelle frazioni: l’intero tratto di via Trieste nel concentrico, in prossimità delle scuole, la strada comunale della Martina per alcuni tornanti ed un tratto al confine con il comune di Somano, la strada di San Luigi che presentava pure criticità al sottofondo, la strada di San Giorgio, delle Gombe e dei Giacchelli. Inoltre si è provveduto a ripristinare alcuni cedimenti in prossimità dei pozzetti ubicati lungo via Louis Chabat all’incrocio con Borgata Piandeltroglio, che compromettevano la sicurezza della viabilità.

 

Rotatoria in via Codevilla

Da sempre Via Codevilla è percorsa da molti veicoli che  spesso viaggiano a velocità sostenute. Da tempo si discute sulle possibili soluzioni da adottare per fare fronte a tale criticità. Con un confronto aperto e collaborativo con i tecnici della Provincia, si sono esplorate le possibilità e si è optato per la realizzazione di una rotatoria sormontabile all’incrocio con la strada comunale di Valdibà. Tale soluzione dovrebbe rallentare le auto soprattutto in entrata del paese, prima degli accessi alle attività commerciali presenti lungo la strada provinciale nel rione di San Quirico.  Oggi finalmente è stata realizzata la piccola infrastruttura in modo provvisorio, al fine di verificarne gli effetti benefici prima di una sistemazione definitiva. Per tale intervento si ringrazia la Provincia di Cuneo per la disponibilità del contributo economico erogato e gli uffici tecnici di competenza dell’Ente per l’assistenza e la professionalità. L’impianto definitivo verrà realizzato prima della fine dell’estate con l’utilizzo di cordonature in pietra di Luserna e cubetti cementati nella porzione interna. 

 

Recinzione Deposito Comunale Via Gen.Martinengo

A seguito del disordine causato dall’abbandono incontrollato di rifiuti in prossimità del magazzino comunale in via Gen. Martinengo, si è ritenuto necessario un intervento di limitazione di accesso all’area.

Pertanto è stata prevista la realizzazione di una recinzione che impedisca fisicamente l’accesso indiscriminato all’area. Questa sarà costituita da pali di castagno e rete metallica: al piede dei montanti verranno messe a dimora essenze vegetali tappezzanti che, col tempo, provvederanno a creare una schermatura visiva e fisica all’area.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium