ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 28 giugno 2022, 17:02

Bra, l’opposizione chiede stretta ai controlli sull’abbandono rifiuti

La situazione in piazza Roma e nelle zone periferiche della città al centro di due interrogazioni della minoranza. L’assessore Demaria: "Attività in costante aumento da parte della Polizia Locale"

Nel corso del 2022 le sette fototrappole attualmente in uso alla Polizia Locale hanno già scattato 6mila foto per ciascun appostamento

Nel corso del 2022 le sette fototrappole attualmente in uso alla Polizia Locale hanno già scattato 6mila foto per ciascun appostamento

L’abbandono dei rifiuti è stato al centro di un vivace dibattito tra la Giunta e l'opposizione durante il Consiglio comunale braidese di ieri, lunedì 27 giugno. Su questo fronte sono state infatti presentate due diverse interrogazioni da parte dei consiglieri Luca Cravero, Marco Ellena, Giuliana Mossino, Davide Tripodi e Sergio Panero.

Luca Cravero ha illustrato la situazione in piazza Roma: "Ultimamente si sono verificati di frequente casi di abbandono di rifiuti, in particolare bottiglie di alcolici. È un problema per l’immagine che diamo della città a chi arriva col treno ma anche di sicurezza, per la presenza di vetro vicino ai giochi per bambini. Chiediamo dunque come l’Amministrazione intende intervenire e se ci fosse la possibilità di destinare maggiori risorse ed eventualmente inasprire le pene su questo fronte".

Nella sua risposta l’assessore all’Ambiente Daniele Demaria ha parlato "di una situazione che credo non sia risolvibile con l’incremento dei servizi di igiene urbani né l’inasprimento delle sanzioni. Rimarco che i servizi non mancano e si reputano sufficienti nell’area, monitorata costantemente dalla polizia locale, sia tramite il servizio di videosorveglianza sia tramite la presenza fisica dei propri agenti. Per quanto riguarda il vetro, ricordo che è sempre in vigore l’ordinanza che vieta di introdurlo nelle aree verdi cittadine. L’introduzione di bottiglie nei giardini pubblici avviene del resto maggiormente in orario serale, quando la Polizia Locale non è in servizio, se non il venerdì e il sabato, con due agenti a monitorare la zona (che diventano sei in occasione degli aperitivi in consolle)".

"Il controllo serale deve però essere avvenire con un numero maggiore di agenti, col supporto di altre forze dell’ordine, come infatti è accaduto: il servizio è stato svolto da circa 10/12 agenti in uniforme", ha proseguito l’assessore. "Per le sanzioni in merito, ricordo che queste discendono dal testo unico ambientale, e che quelle amministrative sono discusse in Consiglio, e a Bra in particolare sono state riconfermate proprio nella seduta di un anno fa. Se ci fosse necessità di rivederle ritengo che questo debba essere oggetto di una commissione ambiente ribadendo la mia disponibilità a collaborare".

Marco Ellena ha poi invece posto l’attenzione sull’abbandono nelle zone periferiche della città, che presentano le medesime problematiche, chiedendo maggiore attenzione. Demaria ha allora preso parola ricordando come il tema sia ormai "un evergreen" invitando a non abbassare mai la guardia e condividendo alcuni dati per inquadrare bene il fenomeno. Tra i principali, i 54 interventi per il recupero di abbandoni nel 2021 (già 31 in questa prima metà del 2022), in costante aumento rispetto agli anni passati. Le 7 fototrappole presenti attualmente, a breve ulteriormente incrementate, che hanno già scattato, nel 2022, 6mila foto per ciascun appostamento.

Il Comune è inoltre intervenuto, tramite ditte specializzate, per la rimozione di rifiuti speciali, ad esempio presso il depuratore di Bandito e per l’amianto abbandonato nei canali naviglio. In totale, per questa prima parte di anno sono già state 17 le sanzioni per abbandono rifiuti.

Luca Sottimano

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium