/ Attualità

Attualità | 28 giugno 2022, 09:34

Primo consiglio comunale a Monastero di Vasco per il sindaco Franco Bosio, Andrea Musso nominato vice

In giunta anche l'ex primo cittadino Giuseppe Zarcone, in qualità di assessore

Il sindaco Franco Bosio nel momento del giuramento

Il sindaco Franco Bosio nel momento del giuramento

Si è svolto ieri sera, lunedì 27 giugno, il consiglio comunale di insediamento nel neo sindaco di Monastero di Vasco, Franco Bosio

Convalidate le cariche degli eletti: Andrea Musso, Giuseppe Zarcone, Nicola Antonucci, Sabrina Basso, Elena Danna, Pietro Danna, Elena Turco, Giovanni Battista Turco, Marcello Turco e Marco Vivalda.

Bosio ha indossato per la prima volta la fascia tricolore e ha prestato giuramento di fronte ai presenti: in linea con i suffragi espressi dai monasteresi Andrea Musso, già presidente della Pro loco, (il candidato più votato con 180 preferenze) è stato nominato vice sindaco, mentre Giuseppe Zarcone, primo cittadino uscente, che ha governato il paese per tre mandati, ricoprirà la carica di assessore. 

Il sindaco Bosio ha poi presentato le linee programmatiche da realizzare nel corso del prossimo quinquennio, in stretta sinergia con le associazioni locali e all'insegna del dialogo e confronto con i cittadini:

  • Per avvicinare e favorire sempre di più il dialogo tra amministrazione e popolazione verrà aperta una pagina Facebook del comune e saranno incentivati altri sistemi per informare su news e provvedimenti, ma anche manifestazioni, servizi etc.
  • Continuare a promuovere iniziativa ed eventi, come l'Antica Fiera di Maggio, ritornata dopo i due anni di stop imposti dalla pandemia; favorendo anche momenti di svago, serate culinarie e altro in collaborazione con la pro loco e le associazioni locali;
  • Incentivare il turismo, valorizzando percorsi naturalistici e attività di trekking;
  • Realizzare aree verdi per allenamento e ginnastica alll'aperto; 
  • Riaprire il circolo Acli, punto di riferimento per la comunità che oggi si è disgregato;
  • Potenziare il doposcuola, garantendo il servizio anche per tutto il mese di giugno; collaborare con la parrocchia per l'estate ragazzi;
  • Riattivare il consiglio comunale dei ragazzi e mantenere funzionante punto ascolto San Vincenzo;
  • Rivitalizzare il gruppo comunale protezione civile che potrebbe essere utile per esigenze diverse della quotidianità sul territorio; 
  • Valutare nuove possibilità organizzative per il mercato settimanale, in linea con le esigenze dei commercianti e  dei monasterei; 

SICUREZZA

Ampio spazio di lavoro sarà dedicato alla sicurezza, partendo dalla cura e dalla manutenzione del manto stradale: tra obiettivi principali dell'amministrazione strutturare un piano di rifacimento per le zone che necessitano di interventi; si valuterà poi l'installazione di nuovi dossi in aree a rischio, come già è stato fatto per Roapiana e Vasco, o altri sistemi per la tutela dei pedoni. Si pensa poi all'installazione di nuovi elementi di arredo per il decoro urbano, come i cestini, pulizia e manutenzione delle aree cimiteriali e sgombero neve. Sempre nell'ambito della sicurezza si proseguirà il lavoro iniziato dalla precedente amministrazione per favorire la riduzione dei consumi dell'energia elettrica (es. con lampadine al led) e si valuterà la necessità di installare nuovi punti luce, così come l’installazione di colonnine per ricarica elettrica veicoli, non solo auto ma anche ebike.

Monastero ha ricevuto, negli scorsi mesi, un importante finanziamento dal Ministero dell'Interno per il completamento dell'impianto di videosorveglianza, che servirà a contrastare possibili episodi di vandalismo e criminalità. A oggi nel paese manca il servizio di Polizia Locale, in questo senso l'amministrazione valuterà possibili convenzioni con comuni limitrofi.

CIMITERO

L'obiettivo del Comune è favorire e portare a termine la realizzazione di nuovi loculi nel cimitero urbano, garantendo la manutenzione di quello presente ai Bertolini Soprani.

AMBIENTE E RIFIUTI

Obiettivo è vigilare affinché ogni azione anche dei privati sia rispettosa dell’ambiente e della salute dei consociati, tenendo sotto controllo anche con l'Arpa il livello delle emissioni.

Capacità edificatoria: si ritiene che il comune abbia un numero sufficiente di aree edificabili, l'idea è quindi di non aumentarle e prevedere una rivisitazione del piano regolatore, in base anche alle richieste che potranno venire dalla popolazione

Monastero risulta tra i più virtuosi della provincia per la raccolta differenziata, in anticipo rispetto ai target previsti, l'amministrazione valuterà quindi la possibilità di estendere il porta a porta in aree oggi non raggiunte e ad altri conferimenti, come il vetro. 

UNIONE MONTANA VALLI MONREGALESI

Il comune faceva parte dell'Unione valli monregalesi, oggi in fase di liquidazione perché sciolta.

L’idea è valutare la possibilità di entrare ad altre unioni o fare convenzioni con comuni limitrofi per ridurre le spese a carico del comune.

Riqualificazione palazzo comunale, cultura e patrimonio artistico

Proseguiranno gli interventi per la riqualificazione del municipio, igià iniziata con l'installazione della centrale termina e la sostituzione infissi al piano degli uffici; gli interventi si concentreranno sulla facciata. 

Biblioteca: grazie ai volontari è una delle più attrezzate in zona, si valuterà un sistema di cooperazione per ampliare l’offerta unendo il discorso biblioteca con quello della scuola.

Obiettivo sarà poi quello di valorizzare il patrimonio architettonico-culturale attraverso collaborazione con la parrocchia e reperire fondi per San Lorenzo e la Crusà.

"L'impegno principale - ha detto Bosio - vuole essere quello di garantire e mantenere i servizi che il paese offre, come ufficio postale, bancomat, dispensario farmaceutico etc. Prima di tutto vogliamo evitare il depauperamento di questi presidi, fondamentali per la comunità e per il paese. Pensiamo inoltre di valutare la possibilità di reintrodurre una linea che colleghi Monastero a Mondovì con un pullman". 

Il consiglio ha poi eletto, con votazione segreta, alla nomina della Commissione elettorale, composta da Elena Turco, Sabrina Basso ed Elena Danna (membri supplenti: Antonucci Nicola, Turco Marcello e Danna Pietro). 

Definiti gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del comune presso  enti, aziende e istituzioni, è stata nominata la commissione per la formazione degli elenchi dei giudici popolari che sarà compsota da Giovanni Battista Turco e Nicola Antonucci.

La seduta si è conclusa con la discussione dell'ultimo punto all'ordine del giorno, cioè la prima variazione al bilancio di previsione 2022-24 di questa amministrazione che sarà utile per l'impianto di videosorveglianza e per accedere ad un mutuo per la realizzazione di nuovi loculi e colombaie al cimitero urbano. Per quanto riguarda la videosorveglianza l'intervento ha un costo totale di 69 mila euro, finanziato per metà con fondi del ministero dell'interno (circa 34.500 euro).

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium