ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Eventi

Eventi | 29 giugno 2022, 20:00

Domenica 3 luglio musica barocca nella splendida cornice della Certosa di Pesio

Il “Voxonus Quartet”, il prestigioso quartetto d’archi composto da Maurizio Cadossi e Claudia Monti (violini), Claudio Gilio (viola) ed Eugenio Solinas (violoncello) proporrà un repertorio inedito di Gaetano Latilla e Giuseppe Maria Cambini. Ingresso gratuito

Domenica 3 luglio musica barocca nella splendida cornice della  Certosa di Pesio

La musica del Voxonus Festival fa tappa alla Certosa di Pesio domenica 3 luglio alle 16 con il concerto barocco “Voxonus Quartet”. Il prestigioso quartetto d’archi composto da Maurizio Cadossi e Claudia Monti (violini), Claudio Gilio (viola) ed Eugenio Solinas (violoncello) proporrà un repertorio inedito di Gaetano Latilla e Giuseppe Maria Cambini, ovvero due dei massimi compositori del XVIII e XIX secolo in Italia.

Il Voxonus Quartet è una formazione specializzata nel repertorio barocco e classico eseguito con strumenti originali dell’epoca e secondo la prassi storicamente informata. Particolare attenzione è posta al periodo di transizione con strumenti dalla montatura classica, corde di budello e accordatura a 430 Hz, in grado di esaltare la scrittura post e tardo barocca.

La scelta della Valle Pesio come una delle tappe del tour 2022 non è casuale. Si consolida un sodalizio nato tre anni fa, capace di superare le avversità dell’emergenza sanitaria, e si valorizza altresì un territorio ricco di storia. Quello della Certosa è infatti un doppio tuffo nel passato, musicalmente in epoca barocca, artisticamente nel Medioevo. Il monastero venne presumibilmente fondato nel 1173 dal priore Ulderico ed è tuttora centro spirituale e culturale di grande pregio internazionale. Un'atmosfera unica che ben si sposa con l’anima squisitamente barocca del quartetto.

«È un grande piacere tornare alle pendici del Marguareis per uno dei concerti simbolo della rassegna, già apprezzato in altre sedi. Qui ritroviamo l’essenza del festival dalle Alpi al mare ovvero quel percorso artistico-culturale che collega il Piemonte alla Liguria. Ringraziamo i partner che sostengono l’iniziativa e Padre Giolitti, per la sensibilità e per l’accoglienza», commenta Claudio Gilio, direttore artistico del Voxonus Festival, brand dell’Orchestra Sinfonica di Savona di cui è presidente.

Il Voxonus Quartet è massima espressione del Centro di ricerca sul Quartetto italiano. Considerata l’ampiezza del repertorio e la molteplicità dei compositori coinvolti, il progetto nato nel 2021 con l’acronimo Cerqui è suddiviso in tre aree tematiche: la Scuola napoletana, dai capiscuola Francesco Durante (Frattamaggiore 1684 – Napoli 1755) e Leonardo Leo (San Vito dei Normanni 1694 – Napoli 1744) ai rappresentanti della fase matura dello stile galante come Giovanni Paisiello (Taranto 1740 – Napoli 1816); gli autori italiani che svolsero gran parte della loro carriera all’estero come Giuseppe Demachi (Alessandria 1732 – Londra 1791); la consistente produzione di Giovanni Paolo Bottesini (Crema 1821 – Parma 1889), al quale è dedicato uno studio monografico. Il Cerqui vanta anche un comitato tecnico scientifico presieduto da Lorenzo Mattei docente dell’Università degli Studi di Bari.

IL VOXONUS FESTIVAL

La rassegna di musica antica Voxonus Festival nasce nel 2011 ad Albissola Marina, in Liguria, diventando un centro di produzione internazionale sinonimo di eccellenza nella ricerca filologica. Il successo dell’idea di Claudio Gilio, direttore artistico dell’Orchestra Sinfonica di Savona, e dello specialista Filippo Maria Bressan all’interno del progetto “Academia di musici e cantori” arriva fino a oggi. Il 2022 è infatti l’anno della piena maturità: innovazione, formazione, comunicazione. È così che l’Orchestra Sinfonica di Savona, nel suo 30° anniversario di fondazione, si presenta a un pubblico sempre più vario. I concerti, in programma da giugno a dicembre 2022, sono momenti esperienziali che promuovono la diffusione della musica eseguita con prassi informata e strumenti storici, valorizzando cultura e territori. Tra le nuove location si annoverano Savona con la splendida Cappella Sistina e il Santuario di N.S. di Misericordia; la chiesa della Croce Nera di Saluzzo, Sassello e Milano. Confermate le tappe di Albissola Marina, Vado Ligure e Torino con un calendario di spettacoli diffusi.

Ingresso gratuito. È consigliata la prenotazione ai numeri 019.824663/340.6172142 o via mail a info@orchestrasavona.it.

Per ulteriori informazioni sul programma del Voxonus Quartet visitare il sito www.orchestrasavona.it o le pagine social del Voxonus Festival.

 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium