/ Saluzzese

Saluzzese | 29 giugno 2022, 08:55

Primo consiglio comunale a Barge: il neo sindaco Ivo Beccaria ha giurato di fronte ad un folto pubblico [FOTO]

Vicesindaco: Maurizio Beltramo. Assessori: Romina Bruno Franco, Silvio Coero Borga e Rasetto Maurizio. Presidente del Consiglio comunale: Arianna Alberto. Deleghe specifiche ai consiglieri Alberto, Veglia, Carle e Rossa

Il giuramento del sindaco Ivo Beccaria e, nelle altre foto, alcuni momenti del primo consiglio comunale di Barge

Il giuramento del sindaco Ivo Beccaria e, nelle altre foto, alcuni momenti del primo consiglio comunale di Barge

Pubblico come non si vedeva da tempo, lunedì 27 giugno nel salone municipale di Barge, per la prima seduta del Consiglio comunale dopo la tornata amministrativa del 12 giugno che ha visto la vittoria di Ivo Beccaria, impresario edile, sulla sindaca uscente Piera Comba, docente all’istituto Soleri-Bertoni di Saluzzo.

Beccaria capeggiava la formazione “Tradizione e Futuro”, che ha ottenuto 2002 voti (59,04%) contro i 1389 (40,96%) della sua competitor alla testa di “Bene Comune”.

La prima seduta – al di là degli adempimenti di prammatica - è stata caratterizzata sostanzialmente da due passaggi.

Le dimissioni della sindaca uscente, Piera Comba, che non si è presentata in aula, ma ha annunciato con una lettera la sua volontà di lasciare il posto alla prima esclusa della sua lista, Valentina Re.

Il secondo aspetto è stato il giuramento del sindaco e la comunicazione della nuova giunta che sarà composta da: Maurizio Beltramo (vicesindaco) e dagli assessori Romina Bruno Franco, Silvio Coero Borga e Rasetto Maurizio.

Il sindaco ha avocato a sé parecchie deleghe: bilancio e tributi, affari legali, personale, lavori pubblici, gestione beni patrimoniali e demaniali, promozione attività turistiche, frazioni, gemellaggi, arredo urbano, politiche giovanili, sport, scuola, attività culturali, unione montana.

Il vicesindaco Beltramo si occuperà in particolare di: agricoltura, caccia e pesca, igiene e sanità pubblica, ambiente e società partecipate.

Bruno Franco di: urbanistica, attività produttive, edilizia scolastica, pari opportunità.

Coero Borga di: polizia municipale, commercio, rapporti con enti e organi sovracomunali, commissione vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, manifestazioni e cerimonie.

Beccaria ha inoltre affidato ad alcuni consigliere specifiche deleghe.

Arianna Alberto: promozione attività turistiche, politiche frazionali e gemellaggi.

Monica Veglia: scuola, attività culturali e unione montana.

Christian Carle: lavori pubblici e arredo urbano.

Lorenzo Rosso: politiche giovanili e sport.

La giovanissima Arianna Alberto è stata inoltre eletta presidente del Consiglio comunale.

Il sindaco, dopo il giuramento di fedeltà alla Costituzione, ha presentato in aula, in sintesi, i punti salienti del programma amministrativo che intende realizzare nel corso del suo mandato quinquennale.

La minoranza, per bocca del capogruppo Elio Trecco, ha manifestato la volontà di collaborare se coinvolta.

La consigliera di minoranza, Nadia Beltramo, ex vicesindaco, ha evidenziato come fosse scarsa la presenza femminile.

“Se non c’era disponibilità di donne tra i consiglieri della maggioranza – ha detto - si poteva sempre ricorrere all’assessore esterno, figura prevista dallo statuto comunale”. Il sindaco non ha replicato lasciando che fosse la segretaria comunale ad intervenire. La discussione si è comunque svolta pacatamente e senza spigolosità di sorta.

“Può darsi che in futuro intervengano dei cambiamenti, ma oggi come oggi  - si è limitato a considerare Beccaria – la Giunta è questa”.

In effetti non si può dire che il genere femminile non abbia congrua  rappresentazione, visto che, oltre all’assessora Romina Bruno Franco, è stata affidata alla giovane Arianna Alberto la presidenza del Consiglio comunale.

GpT

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium