/ Attualità

Attualità | 29 giugno 2022, 18:01

La chef cuneese Clelia Vivalda conquista le Marche con i suoi biscotti ai fiori di campagna

Ospite della festa “Lavandaso” la chef del ristorante Arte e Querce di Monchiero è stata protagonista di un applauditissimo show cooking

La chef Clelia Vivalda e, sotto, i suoi biscotti

La chef Clelia Vivalda e, sotto, i suoi biscotti

Nei giorni scorsi si è tenuto il tradizionale appuntamento con “Lavandaso, la festa della lavanda della Valdaso”, un evento giunto alla sua X° edizione e che si svolge presso il comune di Monte Vidon Combatte in provincia di Fermo. 

La manifestazione ideata da Roberto Ferretti è stata organizzata dal Comune di Monte Vidon Combatte con la locale Pro Loco ed altre associazioni del territorio impegnate sui temi ambientali e del turismo responsabile.

Nel corso delle due giornate, di fronte ad un numeroso pubblico si sono svolti convegni, presentazione di libri, momenti di festa e show cooking.

La chef Clelia Vivalda del ristorante Arte e Querce di Monchiero, dopo il grande successo dello scorso anno con le tagliatelle di ortica condite con il burro alla Lavanda, è stata invitata per il secondo anno a partecipare alla festa.

In questa occasione ha preparato dei deliziosi biscotti con i fiori di campo raccolti nelle campagne del bellissimo borgo della Valdaso. Petali di Malva, Lavanda, Cicoria e Camomilla hanno colorato e reso gradevoli i biscotti preparati a mano con farina, uova, zucchero e burro. Il tutto accompagnato con uno straordinario finto miele preparato con i fiori di Tarassaco.

Nel corso dell’incontro la cuoca di Monchiero ha parlato anche dell’utilizzo dei fiori eduli in cucina insieme al giornalista Claudio Porchia, coinvolgendo il pubblico in una vera e propria lezione, che si è conclusa con una degustazione che è stata molto apprezzata dal numeroso pubblico presente.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium