/ Attualità

Attualità | 29 giugno 2022, 20:10

Antonio Di Stasio è il nuovo comandante dei carabinieri Piemonte e Valle D'Aosta: "L'Arma deve stare tra la gente"

Il comandante subentra al generale Aldo Iacobelli, diretto a Roma. Di Stasio è stato impiegato in Afghanistan e in Libia. "La criminalità organizzata? Si sconfigge con un esercito di insegnanti"

Il nuovo comandante dei Carabinieri di Piemonte e Valle d'Aosta Antonio di Stasio

Il nuovo comandante dei Carabinieri di Piemonte e Valle d'Aosta Antonio di Stasio

Emozionato, onorato di essere a Torino, prima sede dei carabinieri. Sono queste le emozioni che hanno accompagnato la cerimonia di insediamento di Antonio Di Stasio, nuovo comandante della legione Piemonte e Valle D'Aosta dei carabinieri.

Subentra al generale Aldo Iacobelli

Il neo comandante subentra al generale Aldo Iacobelli, diretto a Roma, per dirigere le Unità Mobili dei carabinieri. Il cambio di vertice si è svolto nella caserma “Bergia”, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri 'Pastrengo', Generale di Corpo d’Armata, Gino Micale.

"Carabinieri devono stare tra la gente"

"Credo che l'Arma debba essere l'Arma della gente e tra la gente. Ecco perché rivolgerò grande attenzione alle stazioni territoriali dei carabinieri: le ritengo il front office dello Stato, soprattutto in quei paesini dove siamo noi l'unica presenza" ha affermato il neo comandante.
"La comunità - ha proseguito Di Stasio - ha tutto il diritto di vivere una vita tranquilla e serena, preservata da qualsiasi forma di criminalità".

"Contro la criminalità serve la prevenzione"

"Quando arrestiamo un criminale, il dado è tratto e credo che l'attività di prevenzione debba avvenire insieme alla comunità" ha ribadito Di Stasio.
Tra le priorità del neo comandante, la lotta alla criminalità organizzata. "Qui in Piemonte l'espressione mafiosa più importante è la 'ndrangheta. La ricerca del denaro spinge qualsiasi criminale a trovare il mezzo adatto per ottenerlo: il contrasto deve essere forte".

"Qualcuno - ha concluso Di Stasio - afferma che la mafia si distrugge con un esercito di insegnanti".

Il Generale di Brigata Di Stasio è laureato in Giurisprudenza, Scienze Politiche e Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna ed è abilitato alla professione forense. Oltre a diversi incarichi di comando nelle Organizzazioni addestrativa, mobile e territoriale dell’Arma dei Carabinieri, ha prestato servizio al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri a Roma. È stato dal 2015 Comandante dell’8° Reggimento Carabinieri “Lazio” e dal 2016 al 2019 Comandante del Provinciale Carabinieri di Palermo. 

Di Stasio è Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e decorato di Medaglia d’Oro al Merito Civile. Inoltre, l’Ufficiale Generale è stato impiegato all’estero nell’ambito della NATO Training Mission in Afghanistan e della missione Cyrene in Libia.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium