ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Politica

Politica | 01 luglio 2022, 07:14

Cuneo, si parte da un algoritmo per definire i rapporti di forza della nuova Giunta

Al via le consultazioni di Patrizia Manassero con le sue quattro liste. Si parla di un “accordo aritmetico blindato” per l’esecutivo, che sarebbe stato stipulato già prima del voto. La sua declinazione pratica è però tutta da interpretare

Nelle foto: Patrizia Manassero con Mauro Calderoni e, sotto, la sindaca di Cuneo con Beppe Delfino

Nelle foto: Patrizia Manassero con Mauro Calderoni e, sotto, la sindaca di Cuneo con Beppe Delfino

C’era una volta il “manuale Cencelli”, dal nome di Massimiliano Cencelli, segretario del ministro cuneese Adolfo Sarti, quello che aveva fissato criteri rigorosamente matematici per stabilire la rappresentanza nei governi (ministri, sottosegretari, ecc.) tra le correnti Dc. 

Oggi, quel manuale appare desueto e al suo posto è subentrato l’algoritmo.

Sembra girare intorno a questo sostantivo il criterio cardine su cui si baserà la ripartizione dei posti nella nuova giunta Manassero. La sua pratica declinazione, tuttavia, nasconde aspetti misteriosi e non privi di insidie. 

Iniziano oggi e si protrarranno per tutta la prossima settimana i colloqui della neosindaca con le delegazioni delle quattro liste, Pd, Centro per Cuneo, Crescere Insieme e Cuneo Solidale e Democratica, che l’hanno sostenuta nella sua corsa vittoriosa verso il municipio. 

“L’accordo è aritmetico e blindato” – dicono laconicamente dal Partito Democratico, lasciando con ciò intendere che ogni alzata di prezzo sarà respinta al mittente. 

Da quel che si capisce, ai posti chiave – sindaco, vicesindaco e presidente del Consiglio comunale – è stato assegnato il punteggio più elevato e, sulla base di questo, a scalare, verranno attribuiti gli assessorati a ciascun gruppo. 

Se il vicesindaco - e quindi anche il primo assessorato - è già scontato per Luca Serale (Centro per Cuneo), sul resto dell’esecutivo si naviga a vista. 

Se al Partito Democratico, risultato primo partito della coalizione, andrà oltre al sindaco anche la presidenza del Consiglio, i posti da assessore dovrebbero essere due. 

Al Centro per Cuneo, che aveva incassato in fase di accordi preelettorali il vicesindaco, toccherebbero ancora tre assessorati.

 A Crescere Insieme, unica lista tra le quattro ad aver avuto una percentuale di crescita rispetto al 2017 (+0,75%) due, quindi uno in più rispetto alla scorsa consiliatura. 

A Cuneo Solidale un solo assessorato, con la possibilità – così si vocifera – di una staffetta a metà mandato con il Pd alla presidenza del Consiglio, così come era successo tra Antonino Pittari e Alessandro Spedale al tempo di Borgna. 

Al di là dei nomi – sui quali il confronto è serrato nelle rispettive liste – sembra che anche la ripartizione numerica sia lungi dall’essere risolta. 

È nel Centro per Cuneo dove la situazione appare più complicata per due ordini di ragioni.

La prima perché al suo interno coabitano sensibilità politiche le più variegate, che arrivano a lambire l’area di centrodestra, per quanto di impronta liberale. La seconda è legata al fatto che questa è stata la formazione in cui la competitività interna era più marcata. 

Per Patrizia Manassero, quella si apre, sarà una settima difficile perché sarà lei, in ultima analisi, in virtù dei poteri che la legge le conferisce, a dover dipanare la matassa. Se l’equilibrio di genere non pare essere un problema (almeno per la rappresentanza femminile), persistono altri nodi.

Dovrà, infatti, la sindaca tenere conto di equilibri delicati anche in considerazione del fatto che non tutti gli assessorati “pesano” allo stesso modo. 

L’algoritmo – ammesso e non concesso che veda tutti d’accordo – sarà un punto di partenza, ma basterà a placare le aspirazioni di chi spera di essere riconfermato o sogna di entrare per la prima volta nella stanza dei bottoni?

Giampaolo Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium