ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 03 luglio 2022, 09:45

Al giardino Lipu fa tappa “Arpademia for Cuneo”

Appuntamento venerdì 8 luglio alle 16 per ascoltare un affascinante concerto che spazierà nel repertorio raffinato per arpa e mandolino tenuto da Valentina Meinero ed Amelia Saracco. Ingresso libero

Al giardino Lipu fa tappa “Arpademia for Cuneo”

Venerdì 8 luglio il Giardino Lipu di Cuneo, in Viale degli Angeli n 81, aprirà le sue porte per un concerto ad ingresso libero di Arpa e Mandolino tenuto nell’ambito della Rassegna “Arpademia for Cuneo” con la Direzione artistica di Eleonora Perolini e la co-direzione artistica di Valentina Meinero. La rassegna, anche sostenuta dalla CRC di Cuneo, è iniziata a maggio 2022 con il concerto di Lerber e continuerà fino all’autunno.

Alle ore 15 sarà possibile visitare il Giardino Lipu di Cuneo e alle ore 16 ascoltare l’affascinante concerto che spazierà nel repertorio raffinato per arpa e mandolino tenuto da Valentina Meinero ed Amelia Saracco.

Arpademia si occupa della diffusione dell’Arpa con corsi, master e ricerca sull’effetto della vibrazione della corda sulla persona. Con questo obiettivo sono previsti concerti, laboratori didattici per bambini e adulti, masterclass, mostre, e conferenze; un programma che permette di avvicinare tutti alla conoscenza di questo magico strumento.

L’Arpa … solo a nominarla suscita emozioni …  - afferma Eleonora Perolini - Dopo 20 anni Arpademia, consolidata e cresciuta, su basi solide di esperienze uniche e irripetibili, si offre al pubblico più ampio, a coloro che con sensibilità seguano già dei percorsi e a chi, con curiosità voglia conoscerci”

Qual è la novità?

“La novità è nell’apertura a tutti, - continua la Perolini, - a quel pubblico che vuole trascorrere giorni di arricchimento interiore, per quelle arpiste che vogliano conoscere la realtà di Arpademia e codividerne gi stessi principi e ideali affiancando l’attività didattica -concertistica con quella della ricerca scientifica.

“La mia vita da sempre gira intorno all’arpa in tutte le sue sfaccettature”  - afferma Valentina Meinero- “ E’ per me un grande onore poter ospitare, grazie al progetto Arpademia, eventi che, come da anni cerco di realizzare, permettano di conoscere, scoprire e suonare l’arpa”.

E’ richiesta curiosità, semplicità e disponibilità alla scoperta innovativa dell’effetto benefico della vibrazione della corda su ognuno di noi! Vi aspettiamo!

Per informazioni Arpademia@gmail.com

GLI ARTISTI

Eleonora Perolini. Diplomata in Arpa al conservatorio G. Verdi di Milano nel 1988. Nel 1988 vince il Concorso del Jeunes de la Mediterranée come prima arpa ed è finalista per le audizioni Ecyo alla presenza di direttori d’orchestra di fama internazionale tra cui C.Abbado e R.Muti. Ha suonato come solista con prestigiose orchestre tra cui la Rai di Milano, i Pomeriggi Musicali, l’orchestra di Bacau (Romania), Filarmonica di Sanremo, Lirico-sinfonica del Piemonte effettuando numerose registrazioni e incisioni. Ha collaborato in duo con S. Gazzelloni, A. Adorjan con il quale ha effettuato la registrazione del Concerto k299 di W.A.Mozart per arpa e flauto, G. Pretto e stabilmente dal 1991 con M. Kessick effettuando tournée in Europa e Usa.  È docente di Arpaterapia, con comunicazione e risposta al Ministero della Sanità dal 2002, all’Università Popolare Biellese per l’educazione continua. E’ responsabile delle attività del Laboratorio di Ricerca Storico Musicale per il territorio Biellese con protocollo d’intesa tra la stessa istituzione e il Centro Internazionale di Musica e Cultura di cui è Presidente e legale rappresentante dal 1990. Affianca all’attività concertistica la ricerca sulla vibrazione della corda, prodotta dall’Arpa e già dimostrata ampiamente negli Stati Uniti, dove questo meraviglioso strumento viene utilizzato all’interno di strutture sanitarie e di benessere. In Italia Eleonora Perolini collabora stabilmente con l’istituto C.Besta di Milano e le cliniche Geriatriche Readelli di Milano.E’ iscritta all’ordine dei Giornalisti della regione Piemonte. Ha registrato numerosi CD per Rusty Record, Edizioni Jump, Classica Viva, tra questi “... quanto rimane sotto il moggio ...” con il gruppo vocale e strumentale del Laboratorio di Ricerca Storico Musicale di UPBeduca per le edizioni dell’Università Popolare Biellese. E’ stata docente di Arpa all’Istituto “G.Rusconi” di Rho, Milano, attualmente è in carica presso le sedi dell’Associazione Mozart2000 School in Acqui, Alessandria e Burago di Molgora. Ha fatto parte della giuria in Concorsi Internazionali tra cui “Rovere d’Oro” di San Bartolomeo (IM), “Giulietta Simionato” Asti, Concorso Internazionale di Santhià (VC), Concorso Internazionale di Alice Belcolle (AL), Concorso Internazionale di Belveglio (AT). È dedicataria di opere di vari autori, tra cui Franco Mannino, Luigi Giachino, Giuseppe Elos, Marlaena Kessick. E’di sua pubblicazione il libro “Le Corde del Cuore” edito da Feltrinelli, autobiografia con parte di metodologia dedicata all’Arpaterapia. Il Corso prevede una serie di esempi sulle varie applicazioni dell’arpa in ambito terapeutico ed è rivolto a tutti coloro che vogliano avvicinarsi all’arpa in modo progressivo e divertente. Si svolgerà per tre giorni all’insegna dell’apprendimento musicale con metodologia Primecorde e Mozart2000 adatta in ambito didattico, sanitario e nella sfera del benessere.  Aperto a tutti i livelli dove in ogni sezione verranno create lezioni personalizzate sul gruppo e individualizzate sulla persona a secondo delle esigenze personali.

 

Valentina Meinero è nata a Cuneo nel 1984.

Arpista, ha conseguito, presso il Conservatorio di Trento, col massimo dei voti, il diploma accademico di secondo livello in arpa classica ad indirizzo concertistico solistico sotto la guida di R. Alessandrini. Da gennaio 2022 collabora attivamente con il progetto ARPADEMIA ed è la referente di Cuneo. Durante il corso di studi ha vinto numerosi premi in Concorsi Nazionali ed Internazionali e ha frequentato masterclasses con J. Liber e K. Inoue. Ha studiato arpa celtica presso il Festival di Arpa ad Edimburgo e ha conseguito l'abilitazione europea di quarto livello per l'insegnamento della metodologia Suzuki per arpa studiando con G. Bosio. Compositori italiani e stranieri hanno scritto e\o dedicato a lei pezzi che ha eseguito in prima assoluta. E’ stata invitata a suonare come prima arpa con la Tehran Symphoney Orchestra, ha collaborato con l’Università di Musica di Shiraz alla divulgazione dell’arpa e ha avviato le prime scuole di arpa in Iran ora seguite da una sua allieva. E’ stata la prima arpista classica ad aver tenuto tournées come solista a Teheran e Shiraz (Iran) e Tripoli (Libia).  Nel 2021 The World Harp Congress Review ha pubblicato la sua intervista relativa all’esperienza in Medio Oriente nel 2021. Alcuni suoi allievi hanno vinto primi, secondi e terzi premi in Concorsi Nazionali ed Internazionali di Musica e hanno superato esami di arpa previsti dal percorso ABRSM o sono stati ammessi al Conservatorio di Cuneo. Ha creato e dirige l’ “Orchestra di Arpe Futura” con la quale nel 2017 ha inciso il Cd “Crescendo”, nel 2019 ha tenuto un concerto a Matera in occasione degli eventi organizzati per la manifestazione Matera Capitale della Cultura 2019 e con cui il 28 agosto 2021 ha tenuto un concerto in occasione del Festival Internazionale “Suoni d’Arpa” a Saluzzo, presentando un inedito programma di autori persiani ed italiani. E’ stata invitata a far parte della giuria del Concorso Internazionale di Musica di Cogoleto nel 2008 e alla seconda edizione del’Arpademia Celtic Harp Competition e a tenere i Campus estivi di Musica a Cervo nel 2015 e 2016, a Pamparato nel 2017 e all’ Harp Festival che si terrà a Lu Bagnu nel 2022. Nel 2012 ha composto ed inciso le musiche dei tre cd del progetto ”Dipinti Sonori” che includono testi della Dott. Ssa Mara Piacenza. Nel 2020 ha realizzato con le sue allieve e la scuola d’arpa di C. Bergo video con brani della compositrice ed arpista Caterina Bergo visibili sui canali youtube di Valentina Meinero e Caterina Bergo. 

 

Amelia Saracco, astigiana, dopo aver conseguito il diploma di Mandolino nel 1993 presso il Conservatorio “C.Pollini” di Padova sotto la guida del M° U.Orlandi: ha collaborato dal 1995 al 1999 con “I Solisti Veneti”, e attualmente collabora con l’Orchestra del “Maggio Musicale Fiorentino”, l’Orchestra del “Teatro Carlo Felice”e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della “RAI”, ha svolto e svolge attività concertistica come solista ed in diversi gruppi strumentali quali la Mandolinistica “P.Paniati” di Asti, in formazioni di duo con pianoforte o chitarra e in trio con arpa e flauto; ha partecipato a trasmissioni televisive su RAI2 (condotto da P.Limiti), RAI 1 (con A.Boccelli), radiofonica (Radiotre suite) e ha collaborato a incisioni di CD, tra cui “Una faccia in prestito” con Paolo Conte.  In parallelo ha affiancato all’attività artistica anche quella didattica.

E’ l’ideatrice del progetto mandolino per la metodologia “Suzuki” . Dal ’93 ha iniziato ad insegnare Mandolino applicato alla Metodologia Suzuki, diventandone poi Insegnante Formatrice per l’Italia e l’Europa e autrice dei volumi per mandolino.

Attualmente è insegnante di Mandolino presso alcune scuole del Piemonte e coordina un gruppo strumentale a pizzico di una ventina di giovani musicisti dagli 8 ai 18 anni. E’ autrice di favole per bambini.

 

 

 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium