/ Attualità

Attualità | 19 agosto 2022, 09:26

Il Tartufo bianco d'Alba alla conquista del Brasile

Il film “I cacciatori di tartufi” aprirà a Brasilia l'undicesima edizione del festival Slow film 2022, in programma dal 24 al 28 agosto

Un fotogramma del film "I cacciatori di tartufi"

Un fotogramma del film "I cacciatori di tartufi"

Si aprirà con la proiezione de “I cacciatori di tartufi”, produzione pluripremiata in diversi festival, che arriva per la prima volta sul grande schermo in Brasile e segue la storia di un gruppo di trifolao alla ricerca del desiderato tartufo bianco d'Alba.

Cinema e alimentazione sono le due colonne portanti della cultura italiana al centro dello Slow film 2022, festival che, giunto alla sua undicesima edizione, è in programma dal 24 al 28 agosto, al Cine Brasília e all'Espaço Cultural Renato Russo 508 Sul di Brasilia. A darne notizia è l'Aise (Agenzia internazionale stampa estero), che annuncia la partecipazione al festival dell’Ambasciata italiana in Brasile, con un documentario, un cortometraggio e due premiatissimi film. 

Per cinque giorni verranno proiettati 22 titoli prodotti in 13 paesi: Italia, Brasile, Francia, Spagna, Australia, Stati Uniti, Grecia, Perù, India, Portogallo, Turchia, Finlandia e Taiwan. Ad aprire il festival - mercoledì 24 agosto alle 19 - sarà proprio il film del 2020 diretto da Michael Dweck e Gregory Kershaw (con produzione condivisa tra USA, Italia e Grecia): 84 minuti alla ricerca dell'ambìto Tuber magnatum Pico, prelibatezza nascosta nel profondo dei boschi di Langhe, Roero e Monferrato.

"Desiderato dai clienti più ricchi del mondo, il tartufo bianco resta un mistero poiché non si può coltivare né si riesce a trovare, nemmeno con i più moderni e ingegnosi macchinari - si legge nella nota stampa diffusa -. Gli unici esseri sulla Terra che sanno come dissotterrarli sono un piccolo gruppo di cani e i loro compagni umani dai capelli grigi, italiani anziani che camminano con un bastone e possiedono un senso dell'umorismo perverso. È interessante notare come vadano alla ricerca dei tartufi solo di notte per non dare indizi ad altri come loro. Tuttavia, questo piccolo gruppo di cacciatori dà vita a un mercato incredibile che abbraccia l'intero pianeta".

Il film è stato premiato ai festival di Capri/Hollywood, American Society of Cinematographers/USA, Cinema Eye Honors Awards/USA, El Gouna Film Festival/Egitto, tra gli altri.

Pietro Ramunno

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie della Val Bormida

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium