/ Politica

Politica | 19 agosto 2022, 16:06

VERSO LE ELEZIONI Nessun astro nascente tra i 5 Stelle della Granda

Capolista alla Camera sul collegio proporzionale n.2 del Piemonte 2 sarà l’ex sindaca di Torino Chiara Appendino. Per il Senato il parlamentare uscente sardo Ettore Licheri. Nessun cuneese in lizza dopo l’esito delle “parlamentarie”

VERSO LE ELEZIONI Nessun astro nascente tra i 5 Stelle della Granda

“Spero non succeda che in provincia di Cuneo vengano candidati al primo posto in lista soggetti che non hanno alcun legame con le nostre  circoscrizioni. La nostra terra non può e non deve essere utilizzata dai vertici dei partiti per assicurare un "posto sicuro" a qualche politico che, come accaduto più volte in passato, nemmeno conosce le nostre realtà e non si fa più  vedere da queste parti dopo che si è portato via il seggio. Già ci viene impedito di scegliere nominativamente chi eleggere. Ci siano perlomeno garantiti candidati “del territorio”, ossia della circoscrizione di riferimento”.

Questo – in sintesi - l’appello lanciato qualche giorno fa dall’avvocato Antonello Portera, ora sindaco di Savigliano, ma fino a pochi mesi fa esponente di punta del Movimento 5 Stelle in provincia di Cuneo.

Vedendo quel che succede nel mondo pentastellato provinciale – dove non vi saranno candidature locali – si può a buon diritto rilevare che il suo appello non era vano e che Portera – con ogni probabilità - ben conosceva le dinamiche del M5S da cui ha preso le distanze per indossare i panni di sindaco “civico”.

Il Movimento deve ancora scegliere i candidati sui collegi uninominali di Camera e Senato, ma ha definito, dopo l’esito delle “parlamentarie”, la composizione delle liste per quanto concerne la quota proporzionale.

Il collegio plurinominale camerale n. 2 del Piemonte 2, che interessa le province di Cuneo-Asti-Alessandria, avrà come capolista l’ex sindaco di Torino Chiara Appendino, seguita dal parlamentare uscente Massimo Cerutti, Antonella Scagnetti e Giuseppe Castagna.

I due cuneesi, primi classificatisi tra i cuneesi autopropostisi nelle “parlamentarie” interne, il vigile urbano monregalese Ergys Haxhiu (154 voti), compagno della ministra Fabiana Dadone, e l’infermiera professionale cuneese Rosina Serratore (190 voti), dovranno accontentarsi del secondo e terzo posto come supplenti. Detto in soldoni, potranno essere ripescati come candidati solo nel caso in cui dovessero frapporsi situazioni eccezionali.

Ancor più distanziati e quindi fuori da ogni possibilità gli altri tre cuneesi che si erano autocandidati: Carlo Banchini (92), Eros Ravera (73) e Francesco Franco (53).

Per quanto riguarda il Senato, il collegio plurinominale di Cuneo-Pinerolo-Carmagnola vedrà al primo posto il senatore sardo uscente Ettore Licheri, seguito da Susy Matrisciano, Luca Zacchero e Mara Gandola.

La braidese Giusi Giambra (148 voti) dovrà anche lei accontentarsi del ruolo di supplente.

GpT

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium