Attualità - 01 settembre 2022, 15:35

Chiusa di Pesio, 220 anni fa Napoleone 'sfrattava' i monaci Certosini

Ieri, 31 agosto, la data esatta. Il prossimo anno, invece, si celebreranno gli 850 anni dalla fondazione, datata al 1173

Chiusa di Pesio, 220 anni fa Napoleone 'sfrattava' i monaci Certosini

Sono passati ufficialmente 220 anni e un giorno da quando la certosa di Pesio - il conosciutissimo monastero posizionato tra Chiusa di Pesio e villaggio Ardua - è stata definitivamente chiusa all'attività monastica per ordine del Primo Impero francese napoleonico.

Ieri, 31 agosto, ricorreva la data esatta. Contestualmente, i monaci presenti nella struttura erano stati richiesti di abbandonare la clausura, dopo 629 anni di attivià. Il prossimo anno, invece, si celebreranno gli 850 secoli dalla fondazione, datata al 1173.

Fondazione avvenuto a seguito della donazione di alcune terre dalla popolazione di Chiusa di Pesio ai signori di Morozzo. La struttura è stata affidata all'Ordine dei Certosini, la fondazione dell'edificio fu fortemente richiesta dalla popolazione della valle in cerca di guida spirituale e rifugio: importante anche la vicinanza con la certosa di Casotto del 1172, inadeguata a ospitare così tanti monac.

Al seguito di successivi contrasti tra i monaci e la popolazione chiusana la struttura è stata abbandonata per la prima volta nel 1350. Sono poi tornati nei primi anni del XV° secolo, attuando una nuova rivisitazione e il ripristino vero e proprio della struttura. Nel 1509 gli scontri s'inspriscono, e nel 1655 hanno luogo gli eventi della 'banda del Carnevale', ovvero elementi chiusani mossi dall'odio verso i monaci.

La certosa conobbe una breve rinascita con interventi di ristrutturazione e recupero della struttura dopo l'acquisto nel 1840 del cavalier Giuseppe Avena (tra i frequentatori Camillo Benso, conte di Cavour, Massimo d'Azeglio e Maria Clotilde di Savoia). Sarà dal 1934 che, con l'entrata in scena dei Padri Missionari della Consolata di Torino, la certosa è stata interessata da una nuova fase di rilancio, che dura ancora oggi.

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU