/ Attualità

Attualità | 13 settembre 2022, 10:13

Il grazie di Maria Franca Ferrero all’ospedale di Verduno: "Eccellenza per tutto il territorio" [FOTO E VIDEO]

In un auditorium gremito la consegna del Premio Gratitudine, alla sua settima edizione: "Questo riconoscimento mi riempie di gioia e testimonia il forte legame tra la mia famiglia e questa struttura"

Maria Franca Ferrero riceve dalle mani di Bruno Ceretto, presidente della Fondazione Ospedale Alba Bra, il Premio Gratitudine 2022 (fotoservizio di Barbara Guazzone)

Maria Franca Ferrero riceve dalle mani di Bruno Ceretto, presidente della Fondazione Ospedale Alba Bra, il Premio Gratitudine 2022 (fotoservizio di Barbara Guazzone)

"Questo riconoscimento mi riempie di gioia e testimonia il forte legame tra la mia famiglia e questo ospedale, oggi un’eccellenza per tutto il territorio, la cui competenza ho personalmente vissuto e testato come paziente. All’amico presidente della Fondazione, cavalier Bruno Ceretto, al direttore Luciano Scalise, ai nostri insostituibili medici e a tutto lo staff il mio augurio sincero per il loro lodevole operato".




Con queste parole, seguite da un lungo applauso da parte del pubblico presente alla cerimonia tenuta ieri sera (lunedì 12 settembre) all’auditorium di Verduno, Maria Franca Ferrero, ha ricevuto dalla Fondazione Ospedale Alba Bra l’edizione 2022 del Premio Gratitudine. Un riconoscimento che la onlus nata per accompagnare la nascita del nuovo presidio e che oggi ne sostiene le attività conferisce ormai da sette anni, ora attribuito alla rappresentante della famiglia industriale albese non soltanto per le generose elargizioni con cui quest’ultima ha sposato negli anni la causa del nosocomio che due anni fa venne poi intitolato ai compianti Michele e Pietro, ma per aver – così si leggeva nella motivazione – "nutrito le radici del territorio".



“Oggi è una bella giornata – aveva detto poco prima della consegna il presidente Ceretto, con al fianco il direttore Scalise – perché consegniamo il premio alla signora Maria Franca Ferrero, che tra l’altro ci ha ancora fatto omaggio di alcune nuove e sofisticate apparecchiature per il reparto di oculistica. La nostra è una terra nella quale l’imprenditoria, in questo davvero unita, offre un grande sostegno all’ospedale”.




Da sempre caposaldo della visione imprenditoriale di casa Ferrero e ieri al centro della lectio magistralis tenuta dal filosofo Vito Mancuso, il tema del dono è ricorso negli interventi che si sono susseguiti dal palco di un’auditorium gremito di autorità civili e religiose, ma soprattutto da amministratori del territorio ed esponenti del mondo economico e della società civile di Langhe e Roero.



Tra i primi non potevano mancare il governatore Alberto Cirio, che nel suo intervento ha sottolineato l’importanza avuta dal nuovo ospedale a partire dal periodo più difficile della pandemia. Il presidente della Regione ha così ringraziato Maria Franca Ferrero e tutta la sua famiglia per la costante attenzione e la dedizione al territorio. “Una gratitudine in più è quella volontaria, quella non obbligata – ha detto Cirio –, è quella che che si fa perché si sente di doverla fare, è quella che si fa in silenzio, quanta beneficenza e quanto aiuto arriva dalla Ferrero".




Argomenti ribaditi dall’assessore regionale Sanità Luigi Genesio Icardi: “Come rappresentante della Regione Piemonte – ha spiegato –, devo dire che sono io grato alla Fondazione per tutto quello che fa, per la coesione territoriale che crea nel supporto a questo ospedale, per iniziative come questa. Sono anche grato alla famiglia Ferrero perché offre sempre sostegno, erogato in modo discreto ma sempre efficace, un esempio da imitare per un territorio che sa dare sempre risposte eccezionali”.

GUARDA IL VIDEO



Non da ultimo anche l’intervento del direttore dell’Asl Cn2, Massimo Veglio, nelle vesti del padrone di casa: “Vorrei offrire il mio ringraziamento alla signora Ferrero ma anche a tutti gli altri donatori e a tutti i soci della Fondazione assicurandogli il nostro impegno, mio e di tutte le persone che lavorano per questa azienda sanitaria, di dare sempre il nostro massimo per essere quotidianamente all’altezza di un simile supporto".

Andrea Olimpi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium