/ Attualità

Attualità | 17 settembre 2022, 19:03

Ceva assegna il premio sentinella glocal a Edoardo Raspelli e il Fungo d'oro a Mario Barello

Su il sipario sulla Mostra del Fungo con l'inaugurazione di questo pomeriggio in piazza Vittorio Emanuele II

Ceva assegna il premio sentinella glocal a Edoardo Raspelli e il Fungo d'oro a Mario Barello

Innovazione e tradizione. Con questo spirito Ceva, dopo i due anni di pandemia, torna ad accogliere turisti e appassionati per le vie del centro storico in occasione della 61^ edizione della Mostra Nazionale del Fungo (leggi qui)

Tanti gli eventi collaterali, dedicati all'arte, alla cultura, alle tradizioni del territorio, senza dimenticare coloro che hanno reso importante e così conosciuta questa manifestazione. 

Mentre i portici di via Marenco ospitano, come da tradizione, nelle giornate di oggi e domani, l'esposizione scientifica a cura del Gruppo Micologico Cebano, questa sera, in piazza Vittorio Emanuele II, insieme a sindaci e rappresentanti delle istituzioni, è stato tagliato ufficialmente il nastro inaugurale della kermesse. 

Sul palco, a fare gli onori di casa, il sindaco, Vincenzo Bezzone, insieme a Giorgio Raviolo, presidente del Gruppo micologico "Rebaudengo-Peyronel", insieme ai rappresentanti della cittadina fancese di Le Val, gemellata con Ceva.

Un’edizione dedicata al ricordo di tutti i soci del gruppo micologico recentemente scomparsi.

 

Ospite d'eccezione di questa edizione 2022 il giornalista enogastronomico Edoardo Raspelli, insignito del premio "sentinella glocal del territorio". Il riconoscimento, ideato dal gruppo micologico, è destinato a chi, in tanti modi, si dedica alla cura del territorio, rispettando l’ecosistema e la biodiversità, tutelando le tradizioni e promuove le peculiarità che di un territorio sono il dna.

 

Nel corso dell'inaugurazione Ceva ha assegnato anche il Fungo d'oro 2022. A ottenere il riconoscimento è stato Mario Barello, insegnante e storico direttore del Cfp-Cemon, il premio "Fungo d'oro".

 

Targa speciale per la ditta Odello-Massa per i 100 anni di attività nel mondo del commercio.

Gli alpini hanno poi omaggiato della penna d’argento Giovanni Quaglia di Fondazione CRT e a Massimo Gula di Fondazione CRC per l’aiuto e il sostegno dimostrato concretamente per tutte le iniziative

 

Un riconoscimento "Per i 40 anni dedicati all’Inapli, che ha contribuito a trasformare nel Centro di formazione professionale Cebano Monregalese, diretto fino alla pensione. Una scuola, dove ha a lungo insegnato, che ha preparato e prepara al lavoro generazioni di ragazzi. E che lui ha saputo guidare quando, per ben tre volte, ha dovuto risollevarsi dal disastro di altrettante alluvioni e oggi rappresenta un fiore all’occhiello della città e del territorio".

La serata, presentata dalla giornalista Paola Scola, è stata allietata dal colpo di scena delle "Bocce Quadre" che hanno fatto tappa a Ceva per 'disturbare' simpaticamente la manifestazione. A rappresentare l'associazione il presidente Gianpiero Gregorio e Fabrizio Lanza. 

Le iniziative e gli eventi per la mostra del fungo proseguiranno in serata e per tutta la giornata di domani, domenica 18 settembre (leggi qui il programma completo). 

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium