/ Politica

Politica | 22 settembre 2022, 15:00

Agricoltura, Bergesio, Lega: “Con il Decreto Aiuti Ter e i 2 miliardi di nuovi aiuti all’agricoltura continua l’impegno della Lega a sostegno di famiglie e aziende”

Così il Senatore cuneese Giorgio Maria Bergesio, capogruppo Lega in Commissione Agricoltura, commenta gli ultimi provvedimenti ormai ai nastri di partenza

Agricoltura, Bergesio, Lega: “Con il Decreto Aiuti Ter e i 2 miliardi di nuovi aiuti all’agricoltura continua l’impegno della Lega a sostegno di famiglie e aziende”

“Con il Decreto Aiuti Ter e i 2 miliardi di nuovi aiuti all’agricoltura continua l’impegno della Lega a sostegno di famiglie e aziende”. Così il Senatore cuneese Giorgio Maria Bergesio, capogruppo Lega in Commissione Agricoltura, commenta gli ultimi provvedimenti ormai ai nastri di partenza.

Ieri Ministero dell’Agricoltura e Cassa Depositi e Prestiti hanno sottoscritto la convenzione da 2 miliardi di euro per la concessione dei finanziamenti agevolati a valere sul Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e agli investimenti in ricerca, nell’ambito del quinto bando promosso dal Ministero a favore dei contratti di filiera nel settore agroalimentare e agro-energetico.

I due miliardi comprendono: 800 milioni da Fondo complementare ripresa e resilienza, 600 milioni in finanziamenti agevolati al taso fisso dello 0,5% annuo concessi da Cassa Depositi e Prestiti a valere sul Fondo rotativo; altri 600 milioni di euro in prestiti agevolati verranno infine erogati dal sistema bancario a condizioni di mercato. Per ottenere il finanziamento le filiere dovranno operare in ambito multiregionale ed essere sostenibili dal punto di vista ambientale e innovative da quello tecnologico. Gli interventi ammissibili riguardano in particolare gli investimenti in attivi materiali e immateriali nelle aziende agricole, nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, nella partecipazione dei produttori ai regimi di qualità, nella promozione dei prodotti agricoli e nella ricerca e sviluppo nel settore agricolo, i programmi volti a migliorare la relazione commerciale e organizzativa, l’impatto ambientale e la distribuzione del valore lungo la filiera fra i diversi soggetti.

Tra i punti principali del Decreto Aiuti Ter, che contiene ulteriori interventi di sostegno per le imprese agricole, per alleviare l’impatto dell’incremento dei costi dell’energia: le aziende attive in agricoltura, pesca e attività agro-meccaniche beneficiano di un credito d’imposta pari al 20% della spesa per l’acquisto del carburante nel quarto trimestre del 2022; il massimale di mutui con garanzia 100% è stato innalzato a 62mila euro, quasi raddoppiando la precedente soglia di 35mila euro; le imprese diverse da quelle energivore, con contatori di potenza uguale o superiore a 4,5 KW usufruiscono di un credito d’imposta pari al 30% della spesa sostenuta per l’acquisto di energia a ottobre e novembre 2022; le imprese diverse da quelle a forte consumo di gas naturale ricevono un contributo straordinario sotto forma di credito d’imposta pari al 40% della spesa per i consumi relativi ai mesi di ottobre e novembre 2022; infine i lavoratori con una retribuzione imponibile, a novembre 2022, inferiore a 1.538 euro, ricevono dal datore di lavoro un’indennità una tantum pari a 150 euro, erogata con la retribuzione di novembre, ed anche i pensionati con assegno 2021 inferiore a 20milaeuro riceveranno da Inps un’indennità una tantum pari a 150 euro, sempre pagata a novembre.

“I provvedimenti approvati in questi giorni rappresentano un forte segnale di attenzione dello Stato nei confronti di un settore che è strategico per l’economia del nostro Paese e per la stessa sopravvivenza, ma che negli ultimi anni ha dovuto affrontare forti difficoltà, legate ai cambiamenti climatici, alla crisi mondiale e agli aumenti insostenibili del costo di energia e materie prime. Da sempre la Lega chiede di ascoltare le esigenze di agricoltura, pesca e allevamento. Questo è un primo passo. Ma finalmente, dopo il 25 settembre, potremo fare molto di più. Perché credo nella nostra terra e nelle nostre aziende”, conclude il Senatore Bergesio.

 

IPE

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium