/ Attualità

Attualità | 23 settembre 2022, 11:45

"Non si è mai troppo piccoli per fare la differenza": a Cuneo torna la manifestazione Fridays For Future [GALLERY E VIDEO]

Anche oggi, venerdì 23 settembre, a Cuneo si è tenuto lo sciopero globale per il clima dei Fridays for Future per far sentire la propria voce in merito alla questione climatica

"Non si è mai troppo piccoli per fare la differenza": a Cuneo torna la manifestazione Fridays For Future [GALLERY E VIDEO]

A Cuneo è tornato il tempo di manifestare contro la crisi climatica: oggi (venerdì 23 settembre) si è tenuta la manifestazione-corteo del Fridays For Future.

La manifestazione è iniziata in Piazza Europa, a Cuneo, dove ragazzi e adulti di ogni età - circa 500 - si sono riuniti per far sentire la propria voce in merito alla questione ambientale, tema sempre più emergente e rilevante in un momento così precario per il nostro Paese.

Prima del corteo si è toccato l'argomento del progetto di restyling della piazza e di costruzione di un parcheggio interrato: unanime, tra i manifestanti la contrarietà ("Serve incentivare la mobilità sostenibile, non costruire box auto").

Di seguito il servizio di Simone Giraudi:

Questo sciopero è molto importante perché tra due giorni ci saranno le elezioni. La prossima legislatura, lo sappiamo, sarà una legislatura 'climatica': abbiamo sette anni per agire, cinque di legislatura se il governo regge e quindi questi saranno gli anni in cui il governo dovrà far qualcosa per contrastare la crisi climatica. C’è una parola che guida la campagna di Fridays for Future in Italia ed è "partecipazione", la filosofia che guida lo sciopero. Siamo qua perché partecipiamo attivamente alla vita politica e sociale; non si può risolvere la crisi climatica solo con azioni individuali, pensando a sé stessi, bensì dobbiamo essere comunità attraverso la partecipazione attiva. […] Dobbiamo smettere di essere individui e iniziare ad essere comunità” spiega Luca Bellini.

Sono queste le parole che invitano tutti i ragazzi e adulti ad unirsi, a lanciare il proprio messaggio, e a lottare per il cambiamento.

"E arrivata l’ora di agire"; "Se il clima fosse una banca l’avrebbero già salvato"; "Agiamo ora o poi nuotiamo"; "The world in on fire" e molti altri sono gli appelli dei giovani che compaiono sui cartelloni con lo scopo di richiamare l’attenzione e, al tempo stesso, per sensibilizzare la comunità all'azione.

Alice Allione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium