/ Saluzzese

Saluzzese | 24 settembre 2022, 07:45

Verzuolo, sul caro mensa interviene il Comune: pasti a scuola tornano alla tariffa dello scorso anno

La richiesta del buono pasto è passata da quasi 7 euro a 5 euro e 40 centesimi. Il risultato dopo il secondo incontro con i genitori che avevano protestato per l'aumento. Novità la prenotazione telematica del pasto

Verzuolo, sul caro mensa interviene  il Comune: pasti a scuola tornano alla tariffa dello scorso anno

Buone notizie sul fronte mensa scolastica a Verzuolo. Dopo lo spauracchio della richiesta da parte della Cooperativa Punto Service del buono pasto a 6 euro e 99 centesimi per il nuovo anno scolastico, richiesta che nei giorni scorsi aveva innescato un'accesa protesta da parte dei genitori arriva l’applauso per il risultato, nell’assemblea di ieri pomeriggio (giovedì 22) a Verzuolo, con le mamme e papà degli alunni delle scuole materne, elementari e medie (e anche del baby park).

Il costo sarà di 5 euro e 40 centesimi. Un centesimo in meno dello scorso anno.

Il prezzo (il cui aumento era stato motivato dal più alto costo di energia, materie prime e piatti mono uso biodegradabili) è stato ridotto mediante erogazioni delle casse comunali e un accordo con la Cooperativa.

Sono stati stanziati 21.789,92 euro per l’assistenza alla mensa ( servizio non più  fornito dalla scuola) e per la riduzione del buono pasto che sono 13.500  complessivi, per tutto l’anno scolastico e ordini di scuola.

"Un risultato importante per mensa e baby accoglienza nella direzione di garantire e mantenere accessibili economicamente entrambi i servizi che riteniamo fondamentali per le famiglie - commenta il sindaco Panero. La sua Giunta si era impegnata per il confronto richiesto dai genitori ( erano moltissimi ieri) a cui hanno partecipato anche l’ assessore Simona Olivero ( Politiche giovanili ) la dirigente Enrica Vicenti con la vicedirigente Tosello, il Capoarea della Punto Service che gestisce il servizio dottor Calarco e la direttrice Fino. 

Sul fronte mensa, ci sarà anche da quest'anno la novità della prenotazione informatica che evita la corsa a scuola e verrà costituita la Commissione apposita per la valutazione della quantità e qualità del prodotto e della composizione del pasto: formato da tre piatti: primo, secondo con contorno, frutta o dolce.

Inoltre, aggiunge Panero, il Comune versa altri 2.400 euro (5.000 euro già versati il mese scorso) a favore della gestione del Baby park.

Complessivo dell’ intervento  e di 29.189,92 euro. Ancora per il doposcuola le famiglie pagheranno solo 90 euro per il servizio di trasporto per tutto l'anno scolastico.

“Infine a febbraio scorso come Giunta comunale abbiamo deciso le agevolazioni economiche per la mensa e il trasporto scolastico ai bassi redditi Isee. È stata complessivamente una vicenda molto impegnativa ma che ha portato importanti risultati per la scuola, per  i bambini e per i genitori”.

vilma brignone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium