/ Pallapugno

Pallapugno | 24 settembre 2022, 08:39

Pallapugno, Imperiese vede la finale: Davide Iberto trascina i suoi alla vittoria (11-5) contro SubalCuneo

Grande partita del terzino a muro di Vasia. Tra una settimana, data da definire, il ritorno al 'Capello', casa di Raviola negli scorsi nove anni

Pallapugno, Imperiese vede la finale: Davide Iberto trascina i suoi alla vittoria (11-5) contro SubalCuneo

Olio Roi Acqua S.Bernardo Imperiese vince 11-5 contro SubalCuneo e si aggiudica l’andata delle semifinali di Serie A. Davanti ad oltre 500 persone, accorse al ‘Gandolfo’ di Dolcedo, le due squadre danno vita ad un match piacevole condito da ottimi colpi ed alcuni momenti di tensione agonistica.

I padroni di casa partono forte aggiudicandosi il primo gioco in pochi minuti ma rallentano bruscamente consentendo ai piemontesi il sorpasso. Troppi falli condizionano la prima fase di studio tra le due compagini e  Daziano si porta sull’ 1-2. L’Imperiese però è brava a reagire: rimette la testa avanti grazie alla ‘secca’ e infila un break da 6-0 prima dell’intervallo. Raviola batte forte e sfrutta il gioco a rete poi, quando la palla balla a metà campo, i due terzini Iberto e Novaro diventano grandi protagonisti. In particolare, è il terzino di Vasia a strappare applausi a scena aperta con una serie di ‘cielli’ e ricacci d’alta scuola. Dal muro, Cuneo avrà serie difficoltà a far passare il pallone.

A cavallo del riposo, Daziano dimezza lo svantaggio e si porta sul 7-4.  Si scaldano gli animi sul terreno di gioco ed a farne le spese è Iberto che riceve il cartellino giallo. Ma scesa l’adrenalina, l’Imperiese ritrova la calma e il controllo del gioco: le due squadre avvertono la tensione del dodicesimo game che potrebbe risultare decisivo, da una parte e dall’altra, ma sono Raviola e compagni a piazzare l’ottavo punto.

Il sostegno vibrante del pubblico  spinge i locali fino al 10-4; gli ospiti si prendono il quinto gioco prima della chiusura definitiva per 11-5. Ritorno tra una settimana al ‘Capello’ di Cuneo, anche se le date sono ancora da ufficializzare.

A fine partita, capitan Raviola ha commentato:” Tutti insieme vogliamo dedicare la vittoria al terzino della C1 Alessio Cane che in settimana è stato male. Ma è una roccia e si riprenderà presto. Era una partita difficile e abbiamo cominciato malino. Poi abbiamo fatto sei giochi che ci hanno dato buon margine, giocando bene e controllando la partita. La ripresa è stata maggiormente di gestione.” Al battitore, ha fatto eco il migliore in campo Davide Iberto:” C’era tanto pubblico, tanti amici e conosco bene questo campo e mi piace. E’ stata una bella partita  e combattuta.

Alberto Ponte

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium