/ Politica

Politica | 26 settembre 2022, 19:31

Fratelli d'Italia fa cappotto. È il primo partito in quasi tutti i centri della Granda [L'ANALISI]

Il partito di Giorgia Meloni (e Guido Crosetto) fa meglio, in questo senso, della Lega del 2018. In quella tornata erano due i centri in cui Fdi era primo partito nei comuni della Granda: ora sono più di duecento e trenta, praticamente è la forza trainante in tutti i municipi della Granda

Fratelli d'Italia fa cappotto. È il primo partito in quasi tutti i centri della Granda [L'ANALISI]

Fratelli D’Italia fa cappotto in provincia di Cuneo. È primo partito in quasi la totalità dei comuni. E fa addirittura meglio della Lega di Matteo Salvini nel 2018, quando risultò essere primo partito nell’87% dei centri della Granda (217 su 250).

Rispetto a cinque anni fa i comuni della nostra provincia si sono ridotti. Camo si è unito a Santo Stefano Belbo, così come Valmala al comune di Busca e Castellar a Saluzzo. 

Il numero dei centri della nostra provincia è ora di 247. Ma è evidente la supremazia del partito di Giorgio Meloni sia alla Camera che al Senato. 

Alla Camera Fratelli D’Italia è il primo partito in 234 su 247 (il 94,76%). Risultato ancora migliore al Senato dove è risultato vincitore in 238 su 247 (il 96,36% dei comuni).

A dire il vero Fdi risulta anche primo partito, a pari merito, nel comune di Montelupo Albese con il Partito Democratico alla Camera. Parimerito, sempre con il Pd, anche nel centro di Battifollo. 

Indubbio come il peso politico nella nostra provincia sia passato dal traino Salvini a quello di Meloni. 

Il partito di via Bellerio è risultato la prima forza solamente nei centri di Cissone, Monasterolo Casotto, Niella Belbo alla Camera. Al Senato lo è solamente nei centri di Torresina e Monterosso Grana. 

Altra forza ridimensionata è il MoVimento Cinque Stelle, primo partito a livello nazionale nel 2018, grazie soprattutto ai collegi conquistati al Sud, meno influente nella nostra provincia. In quella tornata, però, in quindici centri risultò essere la prima forza. 

Nel 2022 è primo partito solamente nel comune di Alto sia alla Camera che al Senato. Primo partito a Caprauna, ma solamente per la scheda degli eletti a Montecitorio.  

Nel 2018 il Partito Democratico dell’allora segretario Matteo Renzi riuscì ad essere il primo partito in dieci centri, tra cui risultavano i municipi di Cuneo e Alba (i più popolosi della Granda). Entrambi i centri, così come le altre sette sorelle, sono diventati a traino meloniano. 

Sono cinque centri, invece, quelli dove il Pd di Letta è arrivato primo all’election day del 25 settembre alla Camera. Il Pd conquista Bergolo, Macra, Montelupo Albese (a parimerito con Fdi), Prazzo e Stroppo.

Quattro al Senato: Battifollo (a parimerito con Fdi), Macra, Prazzo e Stroppo. 

Mentre il partito di Silvio Berlusconi era risultato primo partito nel 2018 in tre centri della Granda, nel 2022 è primo partito nel comune di Priocca (dove è sindaco Marco Perosino, già eletto senatore e nuovamente candidato) alla Camera e nel centro di Martiniana Po sia alla Camera che al Senato. 

Così come è stata trainante la candidatura del sindaco di Verduno Marta Giovannini alla Camera, l’unico centro dove il Terzo Polo è risultato prima forza (al Senato vince Fratelli D’Italia). Ricordiamo che Azione e Italia Viva non erano presenti alle elezioni del 2018.

Così come non era presente "Alleanza Verdi e Sinistra” prima forza politica nel centro di Ostana al Senato (alla Camera traina sempre Fratelli D’Italia). 

Da segnalare come il miglior risultato della Lega nel 2018 era stato ottenuto nel comune di Vottignasco (il 50% votò per il partito dell’ex Carroccio). Qui gli esiti odierni danno Fratelli D’Italia avanti di una manciata di voti rispetto alla Lega. 

Da segnalare ancora come Fdi è sopra il 30% nella maggior parte dei comuni. Canosio è il centro più meloniano. Qui il partito ha ottenuto il 65,79% dei voti alla Camera. 

Così come è da segnalare la netta vittoria di Fratelli D’Italia ad Argentera dove è sindaco la già deputato (tra le confermate) Monica Ciaburro. Alla Camera, dove era candidata nel collegio uninominale, il centro della valle Stura ha ottenuto il 53% delle preferenze. 

Ma anche nella Marene di Guido Crosetto Fdi trionfa: 41,64% alla Camera e 41,73% al Senato.

Nel 2018 il partito di Giorgia Meloni era risultato primo partito solamente nei centri di Argentera e di Pietraporzio. Oggi la mappa della provincia ha un colore nettamente diverso.  

Per i curiosi è possibile scaricare il file excel dove si può notare il primo partito per ogni comune della Provincia suddiviso in Camera e Senato.

Files:
 PRIMI PARTITI COMUNI ELEZIONE 2022 (63 kB)

Daniele Caponnetto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium