/ Saluzzese

Saluzzese | 27 settembre 2022, 17:15

Saluzzo e "i suoi 13 marchesi" ospiti del Festival del Medioevo a Gubbio

Nell'edizione 2022 dedicata a "Dinastie. Famiglie e potere”, il professor Marco Piccat, medioevalista, presidente della Fondazione CrSaluzzo, ha illustrato nel suo intervento la storia del Marchesato di Saluzzo e dei suoi uomini di potere

Gubbio, Festival del Medioevo, la relazione del professor Marco Piccat

Gubbio, Festival del Medioevo, la relazione del professor Marco Piccat

C’era anche Saluzzo,  al Festival del Medioevo che si è tenuto a Gubbio, dal 21 al 25 settembre. A rappresentare la Capitale del Marchesato, nel borgo dell’Umbria, è stata la Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo, in collaborazione con il Comune e il Salone del libro di Torino.

Per la Fondazione CrSaluzzo ha partecipato il presidente Marco Piccat, esperto di storia Medievale, che nell’ambito del tema di questa edizione dedicata a: “Dinastie. Famiglie e potere” ha raccontato al pubblico, molto numeroso, la storia dei tredici Marchesi di Saluzzo.

La manifestazione, incentrata sulla divulgazione storica, è l’unica del suo genere nel panorama nazionale. È stata quindi una buona opportunità per far conoscere la città del Marchesato e la  Festa del libro medievale e antico che si terrà a Saluzzo dal 21 al 23 ottobre, con il quale potrebbe esserci un gemellaggio culturale oltre ad uno scambio di esperienze. 

La città è stata “raccontata” in un video dedicato al centro storico e nello stand di promozione territoriale in cui Raffaella Giordano, di Visit Saluzzo, ha illustrato l’arte e la storia della Capitale del Marchesato attraverso pubblicazioni turistiche e libri a cura del Comune di Saluzzo, della Fondazione CrSaluzzo, editi da Fusta.

«Ritengo – dice Marco Piccat - che la partecipazione al Festiva Medievale di Gubbio sia stata una grande opportunità per far conoscere la nostra città  e il suo Marchesato a un vasto pubblico formato da studenti, esperti e studiosi del Medioevo, giornalisti e molti turisti provenienti anche dall’estero".

Di grande rilievo anche le manifestazioni collaterali legate al Festival, considera il presidente, tra cui la fiera del libro medievale con 50 case editrici, mostre, rievocazioni storiche e degli antichi mestieri, film, concerti, spettacoli, eventi teatrali, laboratori di danza e visite guidate alla scoperta di Gubbio con un percorso dedicato a San Francesco e il lupo e all’Umbria medievale.

"Stimoli da cogliere anche per la nostra città". 

"Ringrazio per l’invito - conclude Piccat - che mi ha dato l’opportunità di incontrare tanti colleghi e appassionati della nostra bella Italia e l’opportunità di parlare ancora una volta della storia delle nostre genti a un vasto pubblico: spero di averlo convinto a venire a trovarci nelle Terre del Monviso».

C.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium