/ Politica

Politica | 27 settembre 2022, 11:52

Crosetto nega il suo ingresso al Governo, ma non c’è totoministri che non lo tiri in ballo

Per il gigante di Marene (FdI) le indiscrezioni parlano di Difesa, Esteri o, più probabilmente, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, ruolo di grande potere. Per Calderoli (Lega) possibile la presidenza del Senato

Da sinistra Guido Crosetto e Roberto Calderoli

Da sinistra Guido Crosetto e Roberto Calderoli

Sono due i nomi di politici di rilievo nazionale con riferimenti sul territorio cuneese che in queste ore vengono indicati per posizioni di rilievo dopo il voto di domenica 25 settembre.

Il primo è Guido Crosetto, il gigante di Marene, cofondatore di Fratelli d’Italia.

L’altro è Roberto Calderoli, esponente di punta della Lega, narzolese d’adozione in quanto marito dell’europarlamentare leghista Gianna Gancia.

Crosetto continua a negare un suo possibile ingresso al governo, ma non c’è quotidiano o agenzia di stampa che non gli attribuisca questo o quel dicastero.

Di lui si vocifera di lui per il ministero della Difesa, in virtù dei suoi trascorsi come sottosegretario a questo dicastero, e anche di Esteri, ma l’opzione più plausibile sembra essere il ruolo di sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, che – detto in altri termini – significa il ruolo di braccio destro del premier.

Per Calderoli si profila invece la possibile presidenza del Senato, seconda carica dello Stato.

L’esponente leghista deve tuttavia fare i conti con Ignazio La Russa, uno dei tre fondatori di Fratelli d’Italia, che ambisce anche lui a questo ruolo.

GpT

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium