/ Sport

Sport | 27 settembre 2022, 13:08

Rally: Santo Stefano Belbo pronto ad accogliere il "Trofeo delle Merende"

La manifestazione promossa dal Cinzano Rally, giunta alla sua quarta edizione, entra a far parte del calendario di coppa e andrà in scena nel week-end fra il 1° e 2 ottobre. Santo Stefano Belbo ospiterà partenza e arrivo

Rally: Santo Stefano Belbo pronto ad accogliere il "Trofeo delle Merende"

La Coppa Rally di Zona è pronta a regalare  le ultime emozioni e soprattutto a  consegnare ai protagonisti il lascia passare per un viaggio a Cassino teatro della finalissima nazionale nel mese di Novembre.

Il Rally “Trofeo delle Merende, “ promosso dal Cinzano Rally  giunto alla sua quarta edizione, entra a far parte del calendario di coppa e andrà in scena nel week-end fra il 1° e 2° ottobre.

Fulcro di tutto l’evento è ancora Santo Stefano Belbo. La bella cittadina natale di Cesare Pavese ospiterà infatti la partenza e l’arrivo , i Riordini, i  Parchi Assistenza e tutto il quartier generale con Direzione Gara e Sala Stampa. Un appuntamento decisivo per i destini del Trofeo di zona che se da una parte ha confermato in Elwis Chentre il suo dominatore, deve tuttavia ancora esprimere alcuni verdetti molto importanti.

In lizza per le ultime due poltrone dell’assoluta ci sono ancora Jacopo Araldo attualmente secondo, Federico Santini e Patrick Gagliasso. Il più favorito sembrerebbe proprio Araldo il quale, assente a Torino, ha l’occasione di approfittare delle strade di casa per confermare la sua posizione. L’assenza di Caffoni, attualmente terzo, pone Santini e Gagliasso nelle condizioni di poter ancora aspirare all’ultimo posto utile per accedere alla fase finale. Gli occhi sono ovviamente puntati su questa sfida senza però dimenticare che nell’elenco iscritti figurano anche Stefano Santero e Mirko Pelgantini vincitori lo scorso anno.

130 le vetture iscritte fra le quali oltre alla Hyundai di Araldo a fianco del quale siederà Lorena Boero, troveremo le Skoda di Elwis Chentre e Fabio Grimaldi come detto già qualificati ma presenti per onorare l’impegno. Quella di Federico Santini e Marco Barsotti,  di Patrick Gagliasso e Dario Beltramo, e di Massimo Marasso con Luca Pieri terzi nel 2021. Non mancheranno i locali come ad esempio  Luca Arione al via con Luca Culasso secondi assoluti lo scorso anno. Nella classe R5 da segnalare la presenza dei vari Grasso che su queste strade ha sempre fatto bene,di  Patera e Cugnasco.

C’è grande attesa anche nelle altre classi dove è sfida aperta fra Emanuele Rosso in gara con Andrea Ferrari e Mattia Pizio al via con Paolo Tozzini entrambi sulle Rally 4 divisi da sette punti oppure in N3 con il duello a tre fra Giancarlo Arienta, Antonio Annovi e Riccardo Gandolfi tutti sulle Renault Clio.

Fra i sicuri protagonisti anche l’acquese Bobo Benazzo al via con Gianpaolo Francalanci su Renault Clio in classe N5. A fianco della motivazione sportiva resta immutata la filosofia rivolta alla solidarietà che da sempre accompagna questo evento.

Anche in questa edizione “Io vinco nelle Ricerca “ è parte integrante nel progetto promosso dalla squadra del “Merende”  per la cura della Fibrosi cistica. Confermato quindi il trofeo che vedrà impegnati i protagonisti nella classi N2- R3 e N2 dove le vetture saranno vestite in modo identico per identificare la partecipazione al trofeo che metterà in palio i memorial a Francesco Possi. Omar Pedrazzoli e Giovanni Malandra. Non mancherà nemmeno a consueta cena “Delle Merende” in programma venerdì 30 settembre presso la “Cantina Valle Belbo”.

Per quanto riguarda il percorso: motori accesi per lo Shake Down allestito su un tratto di strada nei pressi di frazione Santa Libera di Santo Stefano Belbo. Il cronometro scatterà domenica con tre le prove speciali ad iniziare dal tratto di “Robini”  lungo poco meno di otto chilometri e mezzo seguito dal parziale di “Bosia” il più lungo di tutta la gara con i suoi oltre dodici chilometri. Dopo la sosta per il Riordino e il Parco Assistenza i concorrenti affronteranno nuovamente la prova di “Robini” e di seguito i sei chilometri e mezzo di “Camo”.

L’ultimo trittico cronometrato scatterà dopo l’ultimo passaggio a Santo Stefano Belbo per il Riordino e il Parco. A chiudere la competizione le prove in sequenza di “Robini”, “Bosia” e “Camo”. L’arrivo e la premiazione in Piazza Umberto I a Santo Stefano Belbo alle ore 16.30.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium