/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2022, 08:42

Roccaforte Mondovì ha ospitato il meeting dei radioamatori

Oltre 80 i partecipanti, provenienti anche dall'estero, che hanno preso parte alla 21^ edizione del Meeting “Diploma dei Castelli d’Italia” (D.C.I.), del Diploma “Italian Flora Fauna Award” (I.F.F.A.) e del “World Antarctic Program” (W.A.P.)

Roccaforte Mondovì ha ospitato il meeting dei radioamatori

Ancora una volta i radioamatori della Sezione A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani) di Mondovì (www.dcia.it/iq1bp), proseguendo una ormai lunga e collaudata tradizione, da venerdì 16 a lunedì 19 settembre, negli accoglienti locali dell’Albergo il Commercio di Norea di Roccaforte Mondovì, hanno dato vita alla 21^ edizione del Meeting “Diploma dei Castelli d’Italia” (D.C.I.), del Diploma “Italian Flora Fauna Award” (I.F.F.A.) e del “World Antarctic Program” (W.A.P.).

Dopo due anni resi difficili dalla pandemia, pur mantenendo tutte le precauzioni necessarie, quest’anno oltre 80 radioamatori provenienti da molte Regioni italiane, dal Belgio, dalla Svizzera e dall’Austria, si sono nuovamente incontrati per discutere sui vasti temi inerenti le radiocomunicazioni e le attività ad essa collegate, ma anche per condividere riflessioni sui luoghi storici, artistici e faunistici, dai quali i radioamatori hanno attivato le loro referenze, apprezzando le stupende bellezze del nostro grande patrimonio artistico.

Dall’ormai lontano marzo 2001, anno di nascita del Diploma dei Castelli d’Italia, ad oggi oltre 150.000 radioamatori italiani e stranieri sono stati coinvolti in questa attività, che non è solo divertimento, ma rappresenta anche un grande valore aggiunto, ossia la continua sperimentazione tecnica e scientifica, la quale permette di mettere a punto antenne e apparati radio, i quali rimangono ancora dei validissimi strumenti di comunicazione al servizio di tutta la comunità nazionale, in caso di calamità naturali, quando le reti telefoniche e gli altri canali di comunicazione sono completamente fuori uso.

Dopo l’accoglienza del venerdì sera, si è passati all’organizzazione del “5° Speed Contest DCI”, che ha visto il giorno successivo gli equipaggi ripartirsi sul territorio monregalese in prossimità di un castello o di una torre, collegando nelle due ore a disposizione il maggior numero possibile di stazioni radioamatoriali italiane e straniere.

Al termine dell’attività radiantistica, sabato pomeriggio gli ospiti sono stati accompagnati, grazie ai pulmini messi a disposizione dai titolari dell’Albergo Commercio di Norea, a visitare il Santuario di S. Lucia, a Villanova Mondovì, luogo della resistenza partigiana, dove la chiesa principale è ricavata in una grotta. Successivamente, si è effettuato il trasferimento nel rione di Mondovì Piazza, raggiunta in funicolare, salendo sulla Torre civica del Belvedere, edificata nel XIV secolo, torre detta anche “dei Bressani” dal nome dell’importante famiglia che la utilizzò come simbolo di prestigio e di potere.

Nel corso della giornata di sabato 17 settembre è stata allestita una mostra di radio militari surplus, a cura del radioamatore Elvezio Garelli IW1CJD, coadiuvato dal collega Piergiovanni Uberti IK1NPP.

La serata si è conclusa con una tavola rotonda, moderata da Massimo Balsamo IK1GPG, tra attivatori e hunters D.C.I. e I.F.F.A, nel corso della quale i radioamatori si sono confrontati su temi inerenti le nuove modalità di trasmissione, suggerendo modifiche al regolamento dei Diplomi, scambiandosi interessanti informazioni tecnico-scientifiche.

Domenica 18 settembre i lavori del Meeting si sono aperti con la relazione introduttiva del Presidente della Sezione A.R.I. di Mondovì Edoardo Ambrassa IW1EVQ, relazione che ha posto in luce i tanti traguardi raggiunti in oltre vent’anni di attività radiantistica inerente i castelli, nonché il forte spirito di coesione e di fraterne amicizie nate e consolidatesi in questo lungo arco di tempo. Inoltre, il Presidente ha sottolineato come il Meeting rappresenti per tutti i partecipanti un valore aggiunto estremamente importante, una "cifra" per tutti i radioamatori che sentono e vivono la radio come un hobby intelligente, come strumento di unione e di rafforzamento dei rapporti umani e tecnici, ma anche come strumento di enorme utilità in caso, purtroppo, di calamità naturali.

Gradita è stata la presenza del Sindaco di Roccaforte Paolo Bongiovanni che ha portato i saluti dell’Amministrazione da lui guidata, così come altrettanto gradito è stato il saluto del Sindaco di Mondovì Luca Robaldo. 

L’amico Marco Botto, presente ininterrottamente a tutte le edizioni del Meeting, nel suo saluto ha sottolineato il concetto di perseveranza, qualità che non manca al gruppo organizzatore. A nome del CRPVA (Comitato regionale Piemonte e Valle d’Aosta) ha preso la parola Valter Amelotti I1WUA, Segretario di tale comitato, il quale ha portato il saluto anche a nome del Presidente Claudio Bianco IK1XPK, impossibilitato ad essere presente.

I lavori sono proseguiti con la relazione, accompagnata da fotografie e da un breve filmato, da parte dell’Award Manager del World Antarctic Program 2.0, Massimo Balsamo IK1GPG, che ha esposto il buon andamento dei Diplomi Antartici WAP-WACA e WAP-WADA, molto affascinanti, ma altrettanto complessi da conseguire, in quanto richiedono specifiche abilità e professionalità da parte dei radioamatori.

Il Convegno è poi proseguito con le relazioni del Technical Award Manager Massimo Balsamo IK1GPG e dell’Award Manager Betty Sciolla IK1QFM e, successivamente, con una serie di interventi da parte dello Staff Tecnico e di consulenza D.C.I., Gian Piero Asselle I1ASU e Stefano Tolari IZ5GST (Sardegna 2022 e doppia emissione), Antonio Massimino IK8SHL (antenna da valigia), Claudio Cordeglio IW1QLH (Novità sulle applicazioni dedicate agli attivatori), Luciano Fusari I5FLN (La radio ieri-oggi) e di Giacomo Frola IU1LBK (WAIL – Worked All Italian Lighthouses).

Un momento significativo ed emozionante, nonché tanto atteso, è stato il gemellaggio con gli amici radioamatori austriaci dell’Amateurfunkclub di Heidenreichstein OE3XHA, molto desiderato e favorito dall’amico Luciano Lucini IK2QPO.

Tra le tante gare radiantistiche organizzate nel corso dell’anno, particolare risalto merita il “22° Week-End dei Castelli”, curato dalla Sezione A.R.I. di Fidenza e dal WCI Manager Antonio Massimino IK8SHL, il quale ha premiato i radioamatori che hanno ottenuto i migliori risultati.

La fotografia di gruppo e l’ottimo pranzo preparato dalla Chef di famiglia, accuratamente servito da Emanuele Dho e dal suo Staff, è stato molto apprezzato da parte degli ospiti, così come tutti gli altri momenti conviviali dei giorni precedenti, hanno concluso i primi tre giorni del Meeting che è proseguito il giorno successivo con attività radio “on the field”.

Lunedì 19 settembre, “trasferta” di gruppo in direzione Murazzano con l’obiettivo di realizzare due attivazioni, effettuate da un team internazionale ed interregionale, di radioamatori provenienti dal Belgio e dalla Svizzera e dalle province di Cuneo, di Modena, di Pistoia, di Firenze, di Imperia e di Pescara. Tali attivazioni sono consistite nel posizionare le stazioni radio in prossimità della Torre del Castello e della Torre di Murazzano, effettuando così numerosissimi collegamenti con Europa, Asia ed Nord America. Un particolare ringraziamento al Sig. Luca Viglierchio Sindaco di Murazzano che ha concesso di visitare la Torre, dalla quale si gode di un panorama spettacolare a 360°.

Questo 21° Meeting D.C.I. ha ricevuto il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, della Provincia di Cuneo, del Comune di Roccaforte Mondovì e del Comune di Mondovì e si è potuto realizzare grazie al contributo della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano, della Provincia di Cuneo, della Città di Mondovì nella persona del Sindaco Luca Robaldo e dell’Assessore Francesca Botto che si è adoperata per permettere di portare gli ospiti a visitare le bellezze che offre il “salotto di Piazza”, del C.R.P.V.A. e del Comune di Roccaforte Mondovì che ha donato libri inerenti il territorio roccafortese.

Sincera gratitudine per i materiali offerti viene rivolta a “L'Oasi di Comino Alessandro e Graziano” di Morozzo, a Microware Software Easylog di Villanova d’Asti, ad Acque Minerali Santa Vittoria di Pornassio, all’Informatica System di Vicoforte e Hotel Agata di Biella, alla Ipercoop di Mondovicino, nonché ad Ugo Leonti, titolare della “Ferramenta Briatore”, che ha così voluto ricordare il papà Giorgio IW1FHF, Socio e Sindaco della Sezione.

Hanno contribuito in modo determinante al pieno successo dell’iniziativa i soci della Sezione A.R.I. di Mondovì, Edoardo Ambrassa IW1EVQ, Massimo Balsamo IK1GPG e Betty Sciolla IK1QFM per la parte relativa alla programmazione, all’organizzazione e alla gestione dell’evento, mentre Riccardo Pareto IW1GPR, Pasquale Veltri IU1BNT, Ugo Brignone IK1VKH e Claudio Albesiano IW1FLR, per le installazioni tecniche e per la logistica.

Gli apprezzamenti e le evidenti dimostrazioni di affetto e di riconoscenza palesate da parte dei partecipanti e delle Autorità sono state assolutamente gratificanti e tali da spronare i soci della Sezione ARI di Mondovì a continuare questa bella ed interessante iniziativa che porta sul territorio monregalese, da ventun anni consecutivi, tante persone provenienti da ogni Regione italiana e dall’estero.

Sul nostro sito ufficiale (www.dcia.it) è possibile visionare fotografie e quanto emerso in questo recente Meeting.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium