/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 28 settembre 2022, 15:42

Alba, i bimbi raccontano in un video il bello del Piedibus [VIDEO]

L'assessore Elisa Boschiazzo: «Il Piedibus ha notevoli vantaggi in termini di socializzazione e sul benessere fisico dei ragazzi, ma anche sull’ambiente"

Un frame del video curato dalla Cooperativa E.R.I.C.A.

Un frame del video curato dalla Cooperativa E.R.I.C.A.

L’Amministrazione comunale di Alba, attraverso l’Assessorato ai Servizi Sociali e all’Istruzione guidato dall’assessore Elisa Boschiazzo, incoraggia e invita ragazzi e genitori a partecipare al Piedibus e lo fa con un video curato dalla Cooperativa E.R.I.C.A. (Educazione Ricerca Informazione Comunicazione Ambientale) e girato grazie alla collaborazione di insegnanti, genitori e ragazzi impegnati nel Piedibus.

“Cammina con il Piedibus” si trova sul canale Città di Alba della piattaforma YouTube.

GUARDA IL VIDEO

 

Nei 2 minuti e 49 secondi si parla dell’autobus umano formato da un gruppo di bambini, accompagnati da adulti volontari (genitori, parenti, nonni civici, ecc.), con capolinea, fermate, orari e un suo percorso prestabilito (non superiore a 1 chilometro) e s’invitano i ragazzi ad iscriversi al servizio, ma soprattutto i genitori a diventare “autista Piedibus”, un piccolo dono di tempo per tutta la comunità cittadina.

I genitori possono iscrivere i figli al Piedibus attraverso la segreteria della scuola dove possono anche dare adesione come autisti.

Tutte le linee Piedibus di Alba sono attive dal primo giorno di scuola per i plessi scolastici “U. Sacco”, “G. Rodari” e “M. Coppino”, grazie all’impegno del personale scolastico e soprattutto dei genitori volontari e nonni civici. 

«Il Piedibus ha notevoli vantaggi in termini di socializzazione e sul benessere fisico dei ragazzi, ma anche sull’ambiente – spiega l’assessore Boschiazzo – Per incentivarlo ulteriormente, quest’anno abbiamo voluto promuovere e finanziare questo video con le testimonianze di chi il Piedibus lo pratica quotidianamente. Invitiamo i genitori a visionarlo, a condividerlo online, ma soprattutto a iscrivere i propri figli al Piedibus e a mettersi in gioco diventando accompagnatori, perché andare a scuola a piedi fa bene».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium