/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2022, 16:43

Cuneo, il Comune riflette sulle 'partecipate'. Boselli tuona: "Anche per questa maggioranza sono solo 'nominifici'"

Approvato il bilancio consolidato del 'gruppo Comune di Cuneo', che riunisce l'ente e le partecipate principali. Dubbi dalla minoranza: "Assurdo che il MIAC abbia fatto quadrare i conti vendendo terreni che le abbiamo dato noi"

Giancarlo Boselli in consiglio comunale

Giancarlo Boselli in consiglio comunale

Si chiude con 72.539 euro di utile il bilancio consolidato del Comune di Cuneo per il 2021: presentato nella serata di ieri (martedì 27 settembre) in consiglio comunale dall’assessore Valter Fantino, è stato approvato dall’assemblea – dopo un articolato dibattito – con 20 voti favorevoli su 27.

Il 'gruppo Comune di Cuneo': da ottobre gli incontri con i vertici delle partecipate
Si tratta di uno strumento con cui il Comune mette insieme i dati relativi alle società partecipate particolarmente importanti a livello di quota o di servizi diretti messi a disposizione al Comune – ha spiegato Fantino - . Si verifica, così, l’andamento delle aziende partecipate che costituiscono il ‘gruppo Comune di Cuneo’, ovvero Farmacie Comunali, l'Azienda dell'Acqua, l'Azienda cuneese Smaltimento Rifiuti, il MIAC, l'ATL 'Valli Alpine e Città d'Arte', il Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese, il Consorzio Ecologico Cuneese e il CSI Piemonte”.

Oltre al dato dell’utile di bilancio, il consolidato riporta i dati di risultato d’esercizio di ciascun membro e il confronto tra l’anno 2020 e il 2021, in cui i crediti verso i partecipanti sono scesi da 1807 a 551 euro, a fronte di un aumento delle immobilizzazioni (da 253.637.764 a 259.770.798), il totale dell'attivo (da 66.155.743 e 67.096.306) e il totale del passivo (da 319.918.414 e 327.027.243).

Inizieremo già in ottobre un percorso di commissioni che ci vedranno incontrare di volta in volta le società che compongono il gruppo” ha poi aggiunto Fantino.

Lauria, Sturlese e Boselli: "Si guardano le partecipate come 'nominifici'"
Il dibattito ha visto coinvolti tre membri della minoranza, Beppe Lauria, Ugo Sturlese e Giancarlo Boselli, particolarmente critici nei confronti del bilancio consolidato non tanto nei numeri – ovviamente poco discutibili – ma soprattutto nei suoi risvolti politici.

Tutti e tre hanno infatti sostenuto con forza l’idea che sia necessario dare ‘anima e corpo’ alle cifre di qualunque bilancio, in modo da poterle giudicare in maniera reale e oggettiva. Con Lauria e Sturlese che hanno criticato il dato d’esercizio – finalmente positivo – del MIAC: “Nel tempo abbiamo abbandonato realtà importanti e strategiche per una città capoluogo, e sostenuto invece senza senso realtà come questa – ha detto il primo - , che per far quadrare i conti ha dovuto vendere terreni che le abbiamo dato noi. Un’assurdità”.

Boselli, nel suo intervento, ha toccato diversi aspetti delle partecipate dimostrandosi critico con l’ACDA (della quale avevano richiesto, nelle scorse settimane, le dimissioni del presidente Mauro Calderoni), con l’ATL (“Cosa fa, precisamente, per il territorio cuneese?”) e con il Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese (“In quel caso la spesa è fuori controllo, servono indagini serie e una forte presa di posizione”).

Avrei chiesto io l’udienza in commissione delle partecipate ma mi aspettavo che, con l’inizio del mandato, una nuova amministrazione volesse esplicitare pubblicamente le linee d’indirizzo da presentare loro – ha aggiunto il capogruppo degli Indipendenti - . Così non è stato: si agisce sulle partecipate proprio come in passato, senza dettare un programma chiaro e ritenendole invece dei ‘nominifici’. Al centro, quindi, non c’è più il servizio quanto la spartizione politica delle cariche, realizzata anche senza troppa contezza di specificità e caratteristiche, ma soltanto perché figlia di precisi accordi”.

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium