/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2022, 19:08

Flash mob delle donne cuneesi in difesa della 194 nella Giornata Mondiale per l'aborto sicuro

La sindaca Manassero: "Di fondamentale importanza difendere la legge e soprattutto promuovere la prevenzione e la diffusione dei consultori. Ne va della salute delle donne”

Le immagini del flash mob organizzato dalle donne cuneesi

Le immagini del flash mob organizzato dalle donne cuneesi

Si celebra oggi, 28 settembre, in tutto il mondo la Giornata Mondiale per l’aborto sicuro. Un diritto che, in Italia, è sancito per legge dal 1978, anno dal quale le donne possono richiedere l’interruzione volontaria della gravidanza entro i primi 90 giorni di gestazione.

Il diritto si esercita per motivi di salute, economici, sociali o familiari. Si tratta di un diritto sancito dalla legge 194/78 che in questi 44 anni ha protetto molte donne, che altrimenti sarebbero state esposte ai pericoli del ricorso agli aborti clandestini, e ha consentito, aumentando la cultura della prevenzione e della contraccezione, di diminuire il numero degli aborti.

Anche a Cuneo le donne sono scese in piazza per ribadire il loro urlo di protesta, ma soprattutto in difesa di questo diritto.

Di ritorno dai molteplici impegni istituzionali nei quali è stata impegnata, la sindaca Patrizia Manassero ha raggiunto le manifestanti: “È di fondamentale importanza difendere la legge 194 – ha detto Manassero - e soprattutto promuovere la prevenzione e la diffusione dei consultori. Ne va della salute delle donne”.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium