/ Attualità

Attualità | 30 settembre 2022, 13:04

Caro bollette, tegola per il Comune di Mondovì: il rischio è di spendere oltre 1 milione di euro

Per scaldare palazzo comunale, musei e scuole l'anno scorso il municipio ne spese 460mila

Caro bollette, tegola per il Comune di Mondovì: il rischio è di spendere oltre 1 milione di euro

Con i costi sempre più alti di luce e gas dovranno fare i conti tutti: aziende, privati cittadini, ma anche i comuni. 

Non a caso mole amministrazioni sono già corse ai ripari con soluzioni "tampone", come a Pianfei (leggi qui), dove le luci del campanile verranno spente dopo la mezzanotte così come in altre zone del concentrico, per cercare di contenere i costi. 

Il tema dei rincari è entrato anche nel consiglio comunale di Mondovì, ieri sera, in merito all'adozione di una variazione  sul bilancio di previsione 2022-24, presentata dall'assessore Alberto Rabbia, che ha previsto un incremento di circa 170mila euro sulle risorse disponibili per far fronte alle spese energetiche. 

Lo scorso anno il comune ha speso circa 460mila euro per il riscaldamento del palazzo comunale, dei musei e delle scuole.

"Con i costi attuali la stima super 1 milione e 300mila euro" - ha spiegato il sindaco Robaldo - "Per questo stiamo facendo riflessioni prudenti perché la dinamica del costo delle utenze ci preoccupa moltissimo.  Grazie all'accordo con Ardea siglato dall'amministrazione Adriano, fino al 2023 dovremmo riuscire a contenere almeno l'aumento sull’illuminazione pubblica (leggi qui)".

"Serviranno interventi da parte del Governo." - ha aggiunto il sindaco - "La situazione che ci apprestiamo a vivere è peggiore di quella passata per la pandemia. Non vogliamo arrivare al punto di spegnere l'illuminazione pubblica come in altre città ne va della sicurezza dei cittadini".

Il comune ha in programma di avviare un tavolo di confronto con le scuole per valutare se intervenire, come fatto sulle medie, anche sulle elementari per una 'settimana corta' di lezione, che lasci gli studenti a casa il sabato e che consenta quindi di ridurre l'utilizzo del riscaldamento e sui trasporti. In valutazione anche  azioni per confrontarsi con le scuole superiori e per progetto di efficientamento energetico degli uffici comunali dalla passerella.

 

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium