/ Attualità

Attualità | 30 settembre 2022, 19:01

A Savigliano si alza il sipario sulla 11ª edizione della Festa del Pane

Sabato 1° e domenica 2 ottobre la città ospita la manifestazione con attività dimostrative, iniziative ed eventi per grandi e piccini. Questa sera, venerdì 30 settembre, il prologo con la proiezione del video “Dalla Terra al Pane” al Milanollo

A Savigliano si alza il sipario sulla 11ª edizione della Festa del Pane

Sabato 1° ottobre, alle 11, in piazza del Popolo a Savigliano avrà luogo l’inaugurazione ufficiale della 11ª edizione della "Festa del Pane" che dopo quattro anni ritorna tra numerose novità e importanti conferme.

Per un intero weekend il centro storico cittadino sarà teatro di attività dimostrative, momenti di approfondimento, occasioni di degustazione, possibilità di acquisto ed eventi collaterali tutti pensati per rendere doveroso omaggio al pane e, più in generale, all’arte di panificazione.

La rassegna è organizzata dalla Fondazione Ente Manifestazioni di Savigliano, con il patrocinio della Regione Piemonte, ed è resa possibile grazie al contributo delle Fondazioni CRT, CRC e CRS, al sostegno di Banca CRS ed Eviso e agli sponsor tecnici Molini Bongiovanni e Universo Bianco.

Prologo della kermesse sarà la proiezione venerdì 30 settembre, alle 21, al teatro Milanollo della docufiction “Dalla Terra al Pane”, un video realizzato dalla ProLoco Savigliano, diretto dal regista Andrea Murchio, per promuovere il territorio saviglianese focalizzandosi sulle campagne che circondano la città, con la loro storia e le loro tradizioni; un’area in cui la coltura del grano è stata ed è ancora l’elemento distintivo.

Per approfondimenti e informazioni sulla due giorni di Festa del Pane telefonare allo 0172/ 712536, scrivere a info@entemanifestazioni.com o visitare il sito www.entemanifestazioni.com.

“Dopo lo stop imposto dalla pandemia, Savigliano torna a godersi la Festa del Pane che, giunta alla 11aedizione, parte con i migliori auspici e in una veste completamente rinnovata– dichiara Antonello Portera, sindaco di Savigliano - Confermiamo, quindi, una tradizione che già dagli anni ’30 ha esaltato la vocazione naturale della nostra pianura alle culture dei cereali e, in particolare, al grano. Oltre a ringraziare tutti gli organizzatori, i finanziatori, i sostenitori e gli sponsors che hanno reso possibile questa edizione, porgo un saluto agli ospiti che raggiungeranno numerosi la nostra città per gustare, insieme alle tipicità enogastronomiche del territorio, anche le bellezze del nostro centro storico e ammirare l’eleganza architettonica dei nostri monumenti storici; per l’occasione saranno accessibili e visitabili, infatti i siti culturali di maggior pregio di Savigliano”.

Abbiamo fortemente sostenuto il ritorno della Festa del Pane che rappresenta una tradizione per la città di Savigliano e il territorio circostante, visto che affondale sue radici in quella che un tempo era la sagra del grano - aggiunge Agostino Gribaudo, presidente Ascom di Savigliano -. Mi auguro che i visitatori accorrano numerosi in città per prendere parte a questo importante appuntamento che mette al centro un alimento prezioso per la vita di tutti noi e che segna, altresì, una ripartenza dopo i difficili anni segnati dall’emergenza sanitaria. In un periodo ancora complicato per le nostre imprese, soprattutto a causa del caro-bollette, manifestazioni di questo calibro possono avere delle ricadute economiche positive per tutte le attività commerciali della nostra città”.

La Festa del Pane si presenta, quest’anno, con la novità del percorso obbligato e a senso unico allestito in piazza del Popolo, lungo il quale si incontreranno tutte le principali attrazioni della manifestazione.

Si comincia con l’area dedicata alla presentazione del progetto Grano Piemonte, realizzata con pannelli grafici e le dwall con l’obiettivo di raccontare in modo interattivo l’iniziativa scaturita dalla collaborazione tra aziende del territorio, Coldiretti Cuneo, Confartigianato Cuneo e Consorzio Agrario delle Province del Nord Ovest, per accompagnare il visitatore in un viaggio esperienziale dal chicco alla pagnotta. Il percorso alla scoperta del grano proseguirà con l’esposizione di macchine d’epoca dedicate alla trebbiatura a cura dell’associazione Trattori e Trattoristi Amici dei Veicoli storici di Murello, per addentrarsi, poi, nel cuore della manifestazione con lo spazio “Mani in pasta”, dove per tutta la durata dell’evento sarà possibile vedere i panettieri all’opera e dialogare con loro.

Dalle 9 alle 24 di sabato e dalle 9 alle 20 di domenica i panettieri dell’Associazione Panificatori Cuneo e di Confartigianato Cuneo trasformeranno in croccanti delizie le farine Grano Piemonte del Mulino Gabutti, dei Molini Bongiovanni e di Universo Bianco. 

I visitatori proseguiranno, quindi, il loro tour passando a fianco dello spazio riservato ai molti laboratori dimostrativi per poi incontrare i numerosi espositori di qualità che delizieranno il pubblico della Festa del Pane con prodotti provenienti da diverse regioni italiane negli stand del companatico con formaggi, salumi, olio e molto altro ancora.

In piazza Santarosa, invece, per tutta la due giorni sarà allestito il mercato con le aziende di “Campagna Amica”, a cura di Coldiretti, e di “Cascine Piemontesi”, a cura di Confagricoltura, che proporranno ai visitatori tutte le loro tipicità di stagione e le eccellenze del territorio.

La Locanda del Pane e lo street food per un pranzo o una cena nei giorni della Festa sarà attiva, da quest’anno, sotto l’Ala polifunzionale in piazza del Popolo, dove sarà possibile assaporare i prodotti tipici del territorio, reinterpretati in un menu dedicato, che profuma di pane. Sono a disposizione anche menu per i bambini. È consigliata la prenotazione al numero 345/2394738. 

Per tutti coloro che invece desiderano un ristoro più veloce, ma sempre di assoluta qualità, non mancheranno all’interno del percorso della Festa gli spazi dedicati allo street food, in cui gustare focacce liguri, farinata, hamburger, pesce fritto, panini con la salsiccia di Bra, gnocchi fritti, cannoli siciliani, bomboloni e molto altro, accompagnati da una vasta scelta di birre artigianali.

Il divertimento alla Festa del Pane sarà assicurato dagli eventi, a ingresso gratuito, organizzati in collaborazione con Mirabilia in piazza del Popolo.

Sabato 1° ottobre, alle 20, andrà in scena l’esibizione “The Colours of Bread” a cura della Marching Band, in cui sette panettieri e un garzone imbranato si scoprono essere otto musicisti e scatenano musica e gags. 

Domenica 2 ottobre, alle 15, è previsto invece lo spettacolo della “Cucina Errante”. Fra il clown e la commedia dell’arte, due cuochi viaggiano con il loro strampalato veicolo, un ibrido fra una cucina e una nave su ruote, e creano un percorso a tappe in cui nutrire la fantasia. Lungo il percorso la Cucina diffonde musica etnica e bolle di sapone, mentre i due interagiscono con il pubblico, offrono “stuzzichini di storie”, declamano poesie e raccontano di viaggi, di paesi fantastici, di migrazioni di popoli, di cibi e di sogni, alla ricerca di un posto dove fermarsi a “cucinare” le loro storie.

Sabato e domenica, sempre in piazza del Popolo, sarà allestito l’Angolo della Fantasia: qui grandi e piccini potranno giocare con Ludobus, a cura della Cooperativa Proposta 80, e con il Circobus, a cura dell’Associazione Fuma che n’duma. Domenica pomeriggio è prevista animazione con merenda a cura di McDonald’s.

Per gli amanti della cultura non mancano gli appuntamenti. Tra questi le visite guidate “Alla scoperta della Città” a cura dell’Ufficio turistico. Sono previsti tour a tema per andare alla scoperta dell’Arciconfraternita della Pietà, del Teatro Milanollo, dell’Arciconfraternita dell’Assunta, del chiostro di San Pietro e del Chiostro di San Francesco.

Per informazioni e prenotazioni è possibile scrivere a: iat.savigliano@coopculture.it. 

Anche Múses, Accademia europea delle Essenze, celebra la Festa del Pane con un calendario di laboratori e atelier dedicati a riscoprire tutte le essenze che evocano il gusto, con un focus sugli aromi del pane e della pasticceria. Per tutta la durata della manifestazione, il teatro Milanollo ospiterà uno speciale olfattorio dedicato all’Essenza del Gusto, che il maître parfumeurdi Múses ha elaborato in omaggio a questa straordinaria eccellenza del patrimonio culturale e sociale italiano. All’interno del teatro, cuore della cultura saviglianese, i visitatori potranno scoprire un’essenza che risveglia i primi ricordi e ci riporta al benessere e al tepore degli abbracci infantili, in cui note di vaniglia inseguono quelle della noce moscata e della canna da zucchero, bilanciate dagli accordi aromatici del rabarbaro.

Sabato 1° ottobre Múses accoglierà nella sua sede di via Sant'Andrea 53, la community degli Instagrammers di Cuneo, che dopo aver viaggiato nella storia delle essenze all’interno di palazzo Taffini potranno dedicarsi alla scoperta della città.

Domenica 2 ottobre, in omaggio alla Festa dei Nonni, alle 14,30, Múses proporrà invece l’Atelier degli Angeli Custodi. Un’occasione per vivere con loro o ritrovare nella memoria quegli aromi morbidi di torte di mele, delle caramelle balsamiche e il sentore pungente del pane abbrustolito e imburrato, protagonista di tante merende. Costo: 35 euro e per ogni nonno che partecipa, un nipote accede gratis.

Sempre domenica, alle 15, Mùses Kids presenta il laboratorio “Profumo di Pane”. Il pane ha un profumo che sa di semplicità, di sicurezza e di sviluppo. Ma da cosa nasce il pane? Quali sono i suoi ingredienti e soprattutto i suoi profumi? Insieme ai più piccoli, seguiremo un percorso a tappe su questo vanto del made in Italy e creeremo un simpatico souvenir a tema da portare a casa. Costo: 5 euro a bambino.

Infine, per gli appassionati della bicicletta e dell’attività sportiva, sabato 1°ottobre è prevista la “Ciclo escursione nelle terre di Suniglia”, alla scoperta di antichi grani e mulini e di un raro bosco di pianura: una facile pedalata di circa 12 km tra alcuni beni di archeologia industriale e naturalistici come cascina Baiotta, dove il capitano Vincenzo Stefano sperimentava coltivazioni di diverse varietà di grano, l’antico mulino di Suniglia, un bosco dove saranno liberati alcuni animali selvatici curati dal Cras (Centro di recupero Animali Selvatici) di Bernezzo. La partenza è fissata per le 9,30 dall’ufficio turistico di piazza Santarosa, a Savigliano, e il ritorno alle 12,30 circa, in piazza del Popolo, con visita e possibilità di pranzo presso la Festa del Pane. L’iscrizione all’escursione ha un costo di 5 euro a persona, 10 euro a famiglia. Il ricavato andrà a sostenere le attività del Cras di Bernezzo, per la cura di animali selvatici feriti o in difficoltà.

È necessaria bicicletta in ordine con pneumatici in buono stato, per i minori di 14 anni è obbligatorio il casco. Per info e prenotazioni: 340/9009991 (Centro di Turismo Escursionistico di Savigliano).

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium