/ Economia

Economia | 04 ottobre 2022, 10:37

Scioperano i lavoratori dell’Ufficio Dogane di Cuneo e della Sezione Operativa Territoriale di Alba

Blocco degli straordinari per l’intera settimana e astensione dal lavoro venerdì 7 ottobre per protestare contro le condizioni di lavoro dovute alla cronica mancanza di personale

Operatori Adm impegnati in alcuni controlli sul territorio (archivio)

Operatori Adm impegnati in alcuni controlli sul territorio (archivio)

Avviata ieri, proseguirà sino a giovedì l’astensione dalle prestazioni straordinarie indetta dalle sigle Cgil-Fp, Cisl-Fp, Confsal e Unsa Flp per i lavoratori dell’Ufficio Dogane di Cuneo e della Sezione Operativa Territoriale (Sot) di Alba, protesta che culminerà con l’astensione dal lavoro per l’intera giornata di venerdì 7 ottobre.

Saranno garantiti – fanno sapere le sigle interessate in una nota – unicamente i servizi essenziali, come previsto dalla legge 146/90. "I lavoratori – si legge nel documento – sono rammaricati per il fatto di dover arrecare disagi a un’utenza così estesa ed essenziale per il territorio cuneese, ma sono giunti necessariamente a tale grave decisione in quanto le condizioni lavorative sono diventate, nel tempo, esponenzialmente insostenibili".

Principalmente si fa riferimento "alla cronica mancanza di personale, che ha raggiunto vieppiù livelli intollerabili in ordine allo svolgimento delle previste attività e dei servizi all’utenza portati avanti solo mediante la buona volontà e i sacrifici personali dei dipendenti in termini di tempo (in quanto impegnati quotidianamente oltre i previsti orari di lavoro per un improprio utilizzo del lavoro straordinario ai fini dello svolgimento delle attività ordinarie) e con il gravame del rischio patrimoniale incombente per attività che vengono effettuate in modo sempre celere, per non creare intralci all’utenza".

I sindacati danno poi conto del mancato esito di un tentativo di conciliazione in sede prefettizia, mentre ricordano che "le attività dell’Ufficio delle Dogane di Cuneo e della SOT di Alba riguardano tutto il vasto territorio della provincia che notoriamente ha un tessuto economico di grandissimo rilievo e che necessita, quindi, di grande attenzione e costante disponibilità per le aziende tutte sia nelle operazioni di tipo doganale (orario per legge dalle 8:00 alle 18:00 da lunedì a venerdì) che in quelle di tipo accise. Si sottolinea, inoltre, che a breve saranno assegnati al medesimo personale anche compiti inerenti ai Monopoli (tabacchi e giochi), mentre all’attualità esso gestisce anche le operazioni riguardanti l’aeroporto internazionale Levaldigi mediante l’istituto della reperibilità (negli orari 7:00 – 21:00) festivi compresi. In tale ambito grava anche il fatto che il dirigente dell’Ufficio è assegnato “ad interim” e quindi dirige le attività, per forza di cose, principalmente “da remoto”.

"I lavoratori esprimono – si conclude la nota – ulteriormente agli operatori economici interessati il proprio rammarico con l’auspicio che la propria astensione operativa (peraltro con proprio onere economico) possa dare credibili risultati di rilievo, in tempi brevi, per le criticità denunciate e i lavoratori possano, così, rendere in maniera efficace ed efficiente il dovuto e fondamentale servizio all’utenza".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium