/ Economia

Economia | 05 ottobre 2022, 07:00

Dazn, accordo con Google e Samsung: le partnership sono l'opzione migliore per i servizi di streaming per distinguersi?

Dopo la partnership stretta con Google e Samsung, acquistando un device dei due marchi è possibile ottenere un voucher Dazn per la visione di contenuti in streaming gratis fino a 6 mesi.

Dazn, accordo con Google e Samsung: le partnership sono l'opzione migliore per i servizi di streaming per distinguersi?

Dopo la partnership stretta con Google e Samsung, acquistando un device dei due marchi è possibile ottenere un voucher Dazn per la visione di contenuti in streaming gratis fino a 6 mesi. Ma puntare sulle alleanze può realmente essere una buona mossa per distinguersi rispetto al resto del mercato?

L’accordo tra i colossi

A partire dal mese di agosto, con l’acquisto di un prodotto Google o Samsung è possibile ottenere un voucher Dazn per seguire i propri eventi sportivi preferiti in streaming gratis fino a 6 mesi. Questa l’intesa siglata che, secondo quanto riferito dal CEO del colosso dello streaming online, ha lo scopo di rendere l’intrattenimento sempre più accessibile e semplice attraverso le nuove tecnologie disponibili.

Per ottenere il voucher è necessario acquistare un device Google o Samsung presso i negozi fisici o gli store online della catena Unieuro. L’offerta non è valida per chi ha già sottoscritto e fruisce tuttora di un abbonamento ai servizi Dazn, dal momento che si tratta di una promozione finalizzata ad attrarre nuovi abbonati alla piattaforma. Questo accordo è stato annunciato dopo poche settimane dalla partnership con Sky, grazie alla quale tramite Sky Q sarà possibile accedere nuovamente e in modo diretto all’app di Dazn.

Giochi per casinò e betting nel futuro di Dazn

In concomitanza con le importanti partnership siglate, l’amministratore delegato di Dazn James Rushton ha ribadito la volontà di ampliare l’offerta dei propri servizi introducendo giochi per casinò online e una sezione dedicata alle scommesse sportive. Da tempo si parla, infatti, di una importante collaborazione tra Dazn e la software house Pragmatic Play, leader nel settore del gaming online, che potrebbe dare i suoi frutti proprio nel 2022.

Con questa mossa Dazn si renderebbe simile a piattaforme come AskGamblers, popolare sito di iGaming, o ai portali di giochi per casinò online, con la differenza che gli abbonati potranno usufruire comunque dello streaming di alta qualità che ha reso celebre il colosso britannico. Sarebbe molto interessante capire se l’intenzione sarà quella di integrare i differenti servizi all’interno di un unica piattaforma o, al contrario, di realizzare applicazioni diverse e sconnesse tra loro, differenziate in base al tipo di contenuto. Al momento non possiamo certamente prevedere se la scommessa di Dazn darà effettivamente i risultati sperati, ma la capacità degli amministratori di rinnovarsi e di trovare sempre nuove soluzioni per cavalcare il progresso tecnologico può far ben sperare per il futuro.

Il sistema delle partnership per evitare la stagnazione

I tempi in cui le grandi aziende del settore tecnologico si ostacolavano a vicenda con spietata concorrenza sono ormai superati, e questo è abbastanza evidente. Basta pensare all’accordo stretto tra Netflix e Amazon dello scorso novembre, è sempre più frequente la collaborazione tra società che si occupano di fornire lo stesso genere di servizi. Per quanto possa sembrare paradossale, questo sistema si sta rivelando realmente utile, essenziale per lo scopo di creare una rete di servizi impeccabilmente intrecciati tra loro.

Da un altro punto di vista, in un periodo in cui non vi è la possibilità di offrire ai propri utenti prodotti innovativi, le partnership permettono alle aziende di rimodulare i propri servizi in modo da ampliare comunque la platea di abbonati. Questo va anche a vantaggio dei consumatori che possono, utilizzando un’ unica piattaforma, fruire di una grande varietà di servizi provenienti da differenti provider. In parole povere potremmo dire che il sistema degli accordi tra le grandi aziende permette, soprattutto durante periodi di stagnazione, di creare un rinnovamento che è sostanzialmente utile alle società per mutare e dare una sensazione di rinnovamento, ma che risulta attraente anche per i clienti che possono giovare di offerte, promozioni e di una maggiore comodità nella fruizione di contenuti streaming.

Cosa aspettarci nei prossimi mesi?

Non è facile dire se l’accordo stretto tra Dazn, Google e Samsung porterà risultati positivi al colosso dello streaming londinese. L’obiettivo principale è, infatti, quello di raccogliere nuovi abbonati alla piattaforma e rendere la fruizione di contenuti streaming online ancora più semplice e accessibile a tutti. Ancora più interessante appare la volontà di Dazn di approdare nel mondo del gaming online e delle scommesse sportive, in quanto questa mossa consentirebbe di differenziare ulteriormente il numero e la tipologia dei servizi offerti alla propria clientela.

Se l’accordo dovesse permettere a Dazn di incrementare il numero di abbonati alla propria piattaforma sarebbe plausibile immaginare nuovi accordi e collaborazioni nel futuro, sia con Google e Samsung sia con le altri grandi aziende attive nel settore hi-tech e dello streaming online. Non ci resta che attendere almeno la fine dell’anno per comprendere quali novità Dazn abbia in serbo per i tifosi iscritti alla piattaforma e quali importanti innovazioni verranno apportate al catalogo dei servizi che offre.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium