/ Eventi

Eventi | 07 ottobre 2022, 13:15

“Il Terzo Paradiso dei Talenti”: venerdì si inaugura a Cuneo la scultura di Michelangelo Pistoletto

Presso il Rondò dei Talenti alla presenza dell’artista. In programma anche un’azione condivisa di arte pubblica partecipata e laboratori per ragazzi

Il rendering della scultura

Il rendering della scultura

Venerdì 14 ottobre alle ore 17.30, a Cuneo presso il Rondò dei Talenti (Via Luigi Gallo 1), avrà luogo l’inaugurazione de “Il Terzo Paradiso dei Talenti”, grande scultura site specific realizzata dall’artista di fama internazionale Michelangelo Pistoletto per “A cielo aperto”, il progetto di arte pubblica ideato dalla Fondazione CRC per celebrare il suo 30° compleanno e realizzato in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea. L’opera è stata appositamente sviluppata dall’artista per l’area di fronte al Rondò dei Talenti, in relazione alla curvatura dell’edificio e alla struttura della piazza stessa. La scultura, che misura 13 metri di lunghezza per 7 di altezza, presenta la celebre forma dei 3 cerchi consecutivi realizzata da oltre 120 serigrafie in metallo su cui sono rappresentati i disegni di bambini di alcune scuole cuneesi, e non solo, che hanno contribuito alla scultura partecipativa. La posa dell’opera inizierà nei prossimi giorni, crescendo e consolidandosi sotto gli occhi della città e dei suoi cittadini. L’inaugurazione sarà preceduta, alle ore 16, da un’azione condivisa di arte pubblica partecipata che vedrà rielaborato il segno-simbolo del “Terzo Paradiso” con materiali di alluminio, al fine di realizzare un’opera collettiva temporanea. Nel pomeriggio del giorno seguente, sabato 15 ottobre, sempre al Rondò dei Talenti, alle ore 15 e alle ore 16 è in programma un laboratorio per bambini e famiglie sul tema del “Terzo Paradiso”. Per partecipare all’opera di arte pubblica e all’inaugurazione di venerdì 14 e al laboratorio di sabato 15 ottobre è preferibile prenotarsi sul sito www.fondazionecrc.it.

“L’inedita scultura di Michelangelo Pistoletto, artista di fama internazionale, rappresenta il completamento in chiave culturale dell’intervento di riqualificazione del Rondò dei Talenti. Un’opera straordinaria che si ispira ai valori formativi e di crescita collettiva, che ci hanno guidato nella realizzazione di questo polo educativo, e che lascia un segno per i 30 anni di vita della nostra istituzione. Oltre al profondo significato culturale che accompagna l’inaugurazione de ‘Il Terzo Paradiso dei Talenti’, siamo persuasi che questa opera potrà diventare un punto di attrazione per i flussi del turismo internazionale” dichiara Ezio Raviola, presidente della Fondazione CRC.

 

L’opera

Michelangelo Pistoletto (Biella, 1933)

Il Terzo Paradiso dei Talenti, 2022

Acciaio corten, stampe digitali su d-bond

Il segno-simbolo del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto, che riconfigura il segno matematico dell’infinito aggiungendo al suo centro un terzo cerchio che rappresenta la sintesi e la creazione, per promuovere nuove connessioni e interazioni tra polarità opposte, dall’inizio degli anni 2000 costituisce il fulcro dell’opera di questo artista, ed è stato ispirazione di numerosi suoi interventi scultorei e partecipativi nel corso degli ultimi vent’anni e a livello globale.

L’opera, Il Terzo Paradiso dei Talenti, 2022, è stata appositamente sviluppata dall’artista per l’area esterna dell’edificio Rondò dei Talenti, in relazione alla curvatura dell’edificio e la struttura della piazza. Presenta il simbolo in verticale, sospeso per aria come un grande segno che sottolinea la presenza del Rondò, ed è realizzato serigrafando su metallo e unendo insieme oltre centoventi disegni di bambini studenti − tra cui alcuni che frequentano le scuole cuneesi dell’infanzia Arnaud e Fillia, le primarie Revelli e Rolfi, le secondarie di primo grado D’Azeglio di Cuneo e di Castelletto Stura – raccolti dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, in collaborazione con l’Ambasciata Rebirth/Terzo Paradiso Cuneo e l’Associazione Con.Te.StoOo. In tal modo, l’opera sottolinea la missione particolare del Rondò dei Talenti stesso, polo educativo voluto dalla Fondazione CRC, in cui i più giovani possono, attraverso specifiche attività proposte, far crescere e scoprire le proprie vocazioni, i loro “talenti”.

 

L’artista

Michelangelo Pistoletto nasce a Biella nel 1933. Inizia a esporre nel 1955 e nel 1960 tiene la sua prima personale alla Galleria Galatea di Torino. La sua prima produzione pittorica è caratterizzata da una ricerca sull’autoritratto. Nel biennio 1961-1962 approda alla realizzazione dei Quadri specchianti, che includono direttamente nell’opera la presenza dello spettatore, la dimensione reale del tempo e riaprono inoltre la prospettiva, rovesciando quella rinascimentale chiusa dalle avanguardie del XX secolo. Con questi lavori Pistoletto raggiunge in breve riconoscimento e successo internazionali, che lo portano a realizzare, già nel corso degli anni Sessanta, mostre personali in prestigiose gallerie e musei in Europa e negli Stati Uniti. Tra il 1965 e il 1966 produce un insieme di lavori intitolati Oggetti in meno, considerati basilari per la nascita dell’Arte Povera, movimento artistico di cui Pistoletto è animatore e protagonista. A partire dal 1967 realizza, fuori dai tradizionali spazi espositivi, azioni che rappresentano le prime manifestazioni di quella “collaborazione creativa” che Pistoletto svilupperà nel corso dei decenni successivi, mettendo in relazione artisti provenienti da diverse discipline e settori sempre più ampi della società. Nel 2003 è insignito del Leone d’Oro alla Carriera alla Biennale di Venezia e nel 2004 l’Università di Torino gli conferisce la laurea honoris causa in Scienze Politiche. In tale occasione l’artista annuncia quella che costituisce la fase più recente del suo lavoro, denominata Terzo Paradiso. Nel 2013 il Museo del Louvre di Parigi ospita la sua mostra personale e riceve a Tokyo il Praemium Imperiale per la pittura. Nel 2015 realizza un’opera di grandi dimensioni, intitolata Rebirth, collocata nel parco del Palazzo delle Nazioni di Ginevra sede dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. Tra il 2018 e il 2020 è ulteriormente intensificata l’attività del Terzo Paradiso, in particolare attraverso lo sviluppo di una rete internazionale di Ambasciate e di Forum. In questi stessi anni è, inoltre, particolarmente attivo in vari paesi dell’America Latina con mostre personali e diverse iniziative legate al Terzo Paradiso.

 

Iniziative collaterali rivolte alla comunità cuneese

Talenti in gioco… per il Terzo Paradiso dei Talenti di Michelangelo Pistoletto

Grande oper-Azione a cura del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea per il Progetto di Arte pubblica in occasione del trentennale della Fondazione CRC.

14 ottobre 2022: dalle ore 16, sulla Piazza del Rondò dei Talenti, Oper-Azione condivisa aperta a tutta la comunità durante la quale verrà rielaborato il segno-simbolo del “Terzo Paradiso” con materiali di alluminio. Per iscrizioni https://fondazionecrc.it/eventi/a-cielo-aperto-inaugurazione-dellopera-di-michelangelo-pistoletto/

Il segno-simbolo del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto −tracciato per la prima volta alla Biennale di Venezia del 2005 riconfigurando il segno matematico dell’infinito, per promuovere nuove connessioni e interazioni tra polarità opposte −definisce la base per un’esperienza artistica collettiva curata dal Dipartimento Educazione e condivisa con le famiglie e la comunità. Il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli fin dal 2005 promuove l’Oper-Azione Terzo Paradiso su scala globale, per una diffusione internazionale del messaggio e dei contenuti specifici dell’opera attraverso la rielaborazione del segno-simbolo con la partecipazione del pubblico, in innumerevoli azioni ed eventi condivisi. Dal 2012, anno del Rebirth-Day, è parte della Rete mondiale degli Ambasciatori del Terzo Paradiso.

15 ottobre 2022: Laboratorio di Pittura collettiva per le famiglie. Sono previsti due turni, alle ore 15 e alle ore 16. Nel laboratorio verrà ricreato il segno-simbolo nella dimensione orizzontale, ispirandosi all’opera originale pensata per il Rondò dei Talenti di Fondazione CRC. Protagonisti dell’evento collettivo bambini, ragazzi e adulti, catturati dalla magia del colore puro steso in grandi campiture cromatiche. Iscrizioni sul sito www.fondazionecrc.it a partire dalla prossima settimana.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium