/ Attualità

Attualità | 14 novembre 2022, 18:56

Anche Chris Bangle tra i nuovi “mantellati” di San Martino a Paroldo

Consegnati domenica i simboli dei Premi Fedeltà a Enrica Prato, Giampiero Rubino e Chris Bangle. Premiati i fotografi vincitori del concorso “Le forme dell’acqua”

Chris Bangle insignito del mantello dal sindaco Piercarlo Adami (Foto M. Ascheri)

Chris Bangle insignito del mantello dal sindaco Piercarlo Adami (Foto M. Ascheri)

Domenica scorsa si è conclusa la tre giorni paroldese di “San Martino” con la consegna di tre nuovi mantelli, simbolo di fedeltà al paese, a tre personalità che si sono distinte per la dedizione e l’amore per la terra di Langa.

Gli ambiti riconoscimenti sono andati a Enrica Prato infermiera di riferimento sul territorio, a Giampietro Rubino, persona con molti incarichi istituzionali sul territorio, fra cui quello di segretario comunale e al designer-artista Chris Bangle ideatore delle grandi panchine diffuse ormai in Langa e in tutto il mondo.

Romano Salvetti, anima della manifestazione, ha avuto l’onore di premiare con il Mantello di San Martino tre personalità di rilievo, che si aggiungono a personaggi assai noti come Giovanni Quaglia, Franco Azzoaglio, Marco Botto, Sergio Chiamparino, Massimo Gula, Giacomo Oddero e altri, insigniti in passato della prestigiosa onorificenza.

Nel pomeriggio conferiti a Donatella Murtas di Cortemilia, Beppe Fenocchio di Arguello, Grosso Simone di Roascio, Cagnin Fiorenzo di Feisoglio, Cora Claudio di S.Benedetto Belbo e Vigliero Consolina di Sale Langhe, i collari di “Custodes Terrae” o “Custodi di Paese”, per la dedizione al territorio di Paroldo e di Langa.

Romano Salvetti ha dichiarato con soddisfazione:

“Pur essendo un piccolo paese noi amiamo davvero molto la nostra terra. Quest’anno abbiamo anche introdotto il simbolo tradizionale dei ^pani^ come segno di riconoscimento e di amicizia, donando ai presenti 50 pagnottelle. Faccio mie le parole di Giovanni Quaglia, quando sottolinea l’importanza di stabilire relazioni, che sono il perno identitario, il modo di proporsi con espressioni del territorio, riscoprendolo. Noi a Paroldo facciamo del nostro meglio e ringrazio sindaco, vicesindaco, i tanti volontari che hanno permesso lo svolgersi della manifestazione e naturalmente il relatore, professor Aldo Intagliata”

Ottima l’affluenza alla Fiera, che ha visto esporre artigiani, agricoltori e rappresentanti di alcuni consorzi di tutela del territorio, con tartufi, formaggi, castagne, mieli, vini, manufatti artistici e lavorazioni in legno.

A corollario è avvenuta la premiazione del concorso fotografico “Le forme dell’acqua” organizzato da Mondovì Photo e associazione LIsoròt, che ha visto vincitrice l’immagine di Enrico Bottero intitolata “La forma dell’acqua”. Al secondo posto Samuele Salvatico con “Dite Pliin”, al terzo il milanese Maurizio Teruzzi con “Rugiada” mentre al quarto posto si è classificata un’immagine dell’albese Stefano Panero, fotografo del gruppo Me Langa – Ordine dei Cavalieri delle Langhe.

Il progetto Me Langa ha partecipato con tre opere, di altrettanti fotografi e ha stretto un’importante amicizia con il paese di Paroldo, che avrà sicuramente sviluppi futuri. Tra i partecipanti al concorso gli alunni della Scuola dell’Infanzia Valle Talloria di Diano d’Alba che hanno ricevuto una Menzione.

I premi sono stati offerti da Comune di Paroldo, Associazione Lisoròt, Trattoria Salvetti, Cascina Raflazz, La Massara Murazzano e Caffè Renè Ceva. Il calendario con le foto è in vendita presso le attività di Paroldo oppure tramite le pagine social paroldoaltralanga.

Silvano Bertaina

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium