Attualità - 16 novembre 2022, 09:51

Bra, operatori ecologici rischiano il posto. Venerdì la protesta indetta da Cgil e Cisl

Da gennaio Str internalizzerà il servizio di spazzamento ora in appalto, ma non intende farsi carico della decina di addetti ora in servizio

Novità in vista sotto la Zizzola per il servizio di raccolta rifiuti e spazzamento (foto di repertorio)

Novità in vista sotto la Zizzola per il servizio di raccolta rifiuti e spazzamento (foto di repertorio)

Coinvolge la decina di addetti impegnati nel servizio di spazzamento nella città della Zizzola l’iniziativa di protesta indetta a Bra da Fp Cgil e Fit Cisl.

"Si tratta - spiega Luca De Conti, della Fp Cgildella prima iniziativa di mobilitazione di lavoratori che da molto tempo sono impegnati nell’espletamento di questo servizio, in un caso addirittura da trent’anni, figure che a ogni cambio di appalto, vengono licenziati e assunti dal nuovo gestore. La novità è che, mentre l’attuale commessa per la raccolta e spazzamento rifiuti andrà in scadenza per la fine dell’anno, la Società Trattamento Rifiuti (Srt), azienda controllata dal Coabser che appalta il servizio per conto del municipio, ha comunicato che da gennaio intende internalizzare questa funzione, ma che non ha intenzione di farsi carico di questi lavoratori. Si affideranno ad agenzie interinali o quindi a un concorso, lasciando a piedi persone, tutte residenti in zona, che da decenni assicurano la propria opera a favore del Comune e della comunità braidese. Da qui la nostra protesta. Vogliamo l’applicazione delle regole di legge e di contratto. Vogliamo il passaggio al nuovo gestore del servizio di pulizia e spazzamento di tutto il personale tuttora in forze".

La protesta assumerà le forme di un presidio convocato di fronte al municipio dalle ore 10 alle 12,30 di venerdì, 18 novembre.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU