/ Economia

Economia | 22 novembre 2022, 15:30

Tessili per la casa: come sceglierli e quale tessuto preferire?

Per definizione, nella categoria dei tessili per la casa rientra tutta la biancheria necessaria per arredare gli spazi domestici

Tessili per la casa: come sceglierli e quale tessuto preferire?

Per definizione, nella categoria dei tessili per la casa rientra tutta la biancheria necessaria per arredare gli spazi domestici. Si parla ad esempio delle lenzuola, delle tovaglie per la tavola da pranzo, della biancheria da bagno e molto altro ancora.

Con così tante diverse opzioni sul mercato, può essere difficile decidere quale biancheria per la casa è giusta per noi e per la nostra famiglia. In questo articolo, dunque, ti aiuteremo a restringere il campo di ricerca parlando di alcuni dei tessuti più popolari, e condividendo alcuni suggerimenti su come scegliere la biancheria giusta per la tua casa.

Tessili per la casa: questione di materiali

Esiste un'ampia varietà di tessuti utilizzati per la biancheria, ognuno con il proprio insieme unico di vantaggi. Le opzioni più popolari includono il cotone, il lino, il poliestere e la microfibra. Chi desidera impreziosire i propri ambienti domestici con prodotti di elevata qualità, ma a prezzi concorrenziali, può dare uno sguardo anche online.

Si parla nello specifico di alcuni negozi tessili, che espongono in vetrina biancheria di lusso anche in tessuti come la seta, come ad esempio la sezione dedicata al tessile per la casa di Ferò. Un'ottima scelta per qualsiasi complemento, dalla biancheria per la tavola fino ad arrivare a quella per il bagno.

Cotone

Il cotone è una fibra naturale morbida, assorbente e molto resistente. È una scelta popolare per chi cerca biancheria per la casa, semplicemente perché ha un prezzo davvero accessibile e una morbidezza unica nel suo genere. Tuttavia, il cotone tende ad usurarsi e a sbiadirsi con l'utilizzo, quindi potrebbe non essere la scelta migliore se stai cercando dei tessili per la casa destinati a resistere per molti anni.

Lino

Il lino è un'altra fibra naturale molto gettonata, simile al cotone in termini di aspetto e sensazioni tattili. Inoltre, questo tessuto è assorbente e di facile pulizia, ma ha l'ulteriore vantaggio di essere più resistente alle macchie e allo sbiadimento rispetto al cotone. Lo svantaggio dei tessili in lino è il seguente: questo tessuto è particolarmente soggetto alle pieghe, quindi bisognerà darci dentro con il ferro da stiro.

Raso di cotone

Il raso di cotone è un tessuto composto da fili di cotone intrecciati tra loro, e viene apprezzato per il suo aspetto liscio e setoso. Questo lo rende una scelta eccellente per chi cerca tovaglie o lenzuola eleganti, e infatti lo troviamo spesso presso shop di lusso come Ferò. L'unico svantaggio del raso di cotone è che, essendo un tessuto delicato, richiede una particolare attenzione durante il lavaggio per evitare di danneggiare le fibre.

Poliestere

Il poliestere è una fibra sintetica più economica, sia del cotone che del lino, ma è anche il più resistente in assoluto. Non a caso, resiste alle pieghe ed è facilissimo da lavare, il che lo rende una buona scelta per chi non ha la voglia o il tempo per stirare regolarmente la biancheria per la casa. Tuttavia, il poliestere non è traspirante come le fibre naturali, quindi a livello di comfort non rappresenta la scelta migliore in assoluto.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium