Attualità - 22 novembre 2022, 13:50

Ad Alba l’addio a Gianni Mercorella, ex dirigente Ferrero e uomo di sport

Vicepresidente dell’Area Calcio dopo essere stato per mezzo secolo dirigente dell’Albese, avrebbe compiuto 80 anni a giorni. Giovedì i funerali in duomo

Gianni Mercorella, col presidente Luciano Cane in una delle sue ultime apparizioni per un evento sportivo dell'Area Calcio

Gianni Mercorella, col presidente Luciano Cane in una delle sue ultime apparizioni per un evento sportivo dell'Area Calcio

Avrebbe compiuto 80 anni il prossimo 16 dicembre Gianni Mercorella, dirigente Ferrero in pensione e figura di spicco nel panorama sportivo della capitale delle Langhe, spentosi nella serata di ieri, lunedì 21 novembre, all’hospice di Bra per l’aggravarsi della malattia con la quale lottava da tempo.

Originario della Basilicata, Mercorella era arrivato nella capitale delle Langhe giovanissimo, richiamato dall’opportunità di lavorare alla Ferrero. Nella multinazionale dolciaria avrebbe presto scalato le gerarchie, sino a diventare segretario particolare del signor Michele, incarico che avrebbe ricoperto per circa un ventennio.

Nel frattempo non aveva messo da parte la sua passione per lo sport e per il calcio in particolare, entrando nella dirigenza dell’Albese Calcio e rimanendovi per mezzo secolo, prima di assumere la vicepresidenza e di contribuire alla grande crescita dell’Area Calcio Alba Roero, attivo sodalizio che nella capitale delle Langhe, ora con base al centro sportivo "Renzo Saglietti" del Mussotto, conta 370 tesserati tra giocatori, dirigenti e accompagnatori della prima squadra, delle numerose formazioni giovanili, di quelle femminili e del futsal.

Una grande famiglia che ora piange la figura di un uomo che tanto ha saputo darle in termini di esperienza e vicinanza. "Una grandissima perdita – dice il presidente dell’Area Calcio Luciano Cane -, al di là di ogni retorica e dell’affetto che si deve a chi non c’è più. Gianni non era soltanto il nostro vicepresidente, era soprattutto una persona di enorme esperienza e competenza. E insieme garbata, gentile, sempre sorridente e sempre disponibile a una battuta. Io personalmente gli ero molto legato perché davvero da lui c’era tantissimo da imparare, in termini di capacità e di valori. Al di là dell’aspetto calcistico tutto il mondo calcistico albese ha perso un punto di riferimento. Con grande affetto oggi ci stringiamo al dolore della moglie Giancarla e della figlia Manuela, cui manifestiamo la vicinanza dell’intera società in questo momento di dolore".

"Un esempio di dedizione e correttezza che rimarrà nei ricordi di tutte le persone che l’hanno incontrato" è il ricordo che arriva dal delegato provinciale della Federazione Italiana Giuoco Calcio Pino Chiavassa, che a nome di tutta la delegazione provinciale "si stringe attorno alla famiglia Mercorella e si unisce al dolore per la scomparsa dello stimatissimo Gianni".

I funerali di Gianni Mercorella si terranno giovedì 24 novembre alle ore 10 presso il duomo di Alba, dove domani, mercoledì, in suo ricordo verrà recitato un rosario di preghiera, alle ore 18,30. 

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU