/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 23 novembre 2022, 07:56

Studenti ed insegnanti del Lycée “Le Grenier” di Chambéry ospiti al De Amicis di Cuneo

Una settimana fitta di appuntamenti per gli ospiti francesi

Alunni ed insegnanti del Liceo francese al De Amicis

Alunni ed insegnanti del Liceo francese al De Amicis

Dal 14 al 20 novembre 2022 il Liceo de Amicis di Cuneo ha ospitato 23 studenti e 3 insegnanti del Lycée “Le Grenier” di Chambéry, classe Esabac. I 23 studenti sono stati ospitati da altrettante famiglie di studenti del nostro Istituto.

La settimana è trascorsa con un fitto programma di impegni: dalla visita alle Carceri Nuove di Torino (solo studenti e docenti francesi), alla partita di pallavolo, alle lezioni di arte e di storia dei professori Dutto Antonella e Ferrero Antonio, all’attività-cuore dello scambio, cioè un laboratorio di scrittura creativa basato sulla precedente lettura dei romanzi Ciò che nel silenzio non tace di Martina Merletti e Blizzard di Marie Vingtras, che ha coinvolto le intere classi 3A e 3B dell’indirizzo Linguistico del nostro Istituto, guidate dalle insegnanti di francese, prof.sse Ricci e Brondello e del romanzo.

Tre ore di lavoro intenso finalizzato alla creazione di un libretto dal titolo Diamo Voce a tutto ciò che nel silenzio non tace, consegnato alla scrittrice Merletti in occasione del suo intervento presso il nostro Istituto il 17 novembre.

Una mattinata dedicata alla protagonista del romanzo, il personaggio inventato di Elda Trabotti, staffetta partigiana incarcerata alle Nuove di Torino, che ha salvato il figlio neonato, Libero, affidandolo a Suor Giuseppina De Muro, personaggio realmente esistito, che salvò molti bambini, ebrei e non ebrei, rinchiusi con le loro mamme nelle Carceri di Torino.

Per introdurre la figura della staffetta partigiana, le azioni e i rischi di questa attività, la prof. Perlo ha condiviso con i ragazzi e i docenti qualche frammento della testimonianza che sua mamma, Cirio Maria, partigiana combattente, aveva rilasciato all’Istituto storico della Resistenza di Cuneo.

Il messaggio finale di Maria alle future generazioni può essere condensato in questa frase, con cui conclude anche l’intervista: Ognuno deve fare bene il proprio dovere: questo basterebbe per proseguire e completare la Resistenza e per costruire un mondo ‘più giusto, più onesto, più buono’.

Accanto alla prof. Perlo era presente Mirella Cavaglion, membro della Comunità ebraica e del Comitato del Museo Memo4345 di Borgo San Dalmazzo, che ha illustrato al pubblico in cosa consiste l’onorificienza “Giusti tra le nazioni” che Yad Vashem assegna ai non ebrei che rischiarono la vita per salvare gli ebrei negli anni delle persecuzioni nazifasciste, titolo dato, ad esempio, a don Brondello di Valdieri, o a don Viale di Borgo San Dalmazzo.

Mirella ha concluso il suo intervento con la frase del Talmud che racchiude il significato profondo del titolo di ‘giusto’: Chi salva una vita salva il mondo intero.

La mattinata è proseguita con l’incontro con Martina Merletti, moderato dalla prof.ssa Coscia, che, insieme agli studenti, ha rivolto molte domande alla giovane scrittrice di Torino. In particolare Martina ha insistito su due concetti: l’identità della memoria, un concetto che le è particolarmente caro, in quanto appartenente ad una famiglia per metà fascista e per metà partigiana, e il silenzio, quello individuale, dei rapporti familiari, e quello collettivo, ad esempio quello sulla Resistenza in Italia nei 20 anni che seguirono la seconda guerra mondiale. Le sue risposte sono state molto puntuali, profonde, ricche di spunti di riflessione sulla complessità dell’esistenza.

Il giorno seguente le due classi hanno partecipato all’incontro con la scrittrice Marie Vingtras che , in seno alla manifestazione Scrittorincittà, presentava il suo primo romanzo Blizzard.

A completamento delle attività dello scambio i ragazzi francesi e italiani si sono cimentati in un concorso fotografico per le vie della nostra città.


redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium