/ Economia

Economia | 25 novembre 2022, 09:00

Impianti fotovoltaici

Quali sono i migliori impianti fotovoltaici.

Impianti fotovoltaici

Oggi è possibile installare nella propria abitazione un sistema di energia generata in maniera completamente autonoma, contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente ed il risparmio nella bolletta è davvero notevole.

Per avere tutto ciò si può richiedere l’installazione di impianti fotovoltaici. La prima cosa da fare è rivolgersi a una ditta specializzata nel settore in modo da soddisfare i bisogni della casa per il funzionamento degli elettrodomestici e delle lampadine per l’illuminazione.

L’impianto fotovoltaico non è altro che un impianto elettrico composto da moduli fotovoltaici che sfruttano l’energia solare e producono energia elettrica attraverso materiali, come il silicio, sensibili alla luce solare.

Gli impianti fotovoltaici si dividono in due gruppi: ad isola non collegati ad alcuna rete di distribuzione, quindi sfruttano l’energia elettrica nell’istante in cui si produce, oppure, se hanno un accumulatore, la sfruttano solo al bisogno; connessa ad una rete elettrica di distribuzione esistente o all’impianto elettrico da servire.

Quando si devono installare impianti fotovoltaici, si deve scegliere fra tre tipologie di moduli, per cui è sempre meglio farsi consigliare da un professionista. I moduli sono dispositivi che, grazie all’effetto fotovoltaico, generano corrente per far funzionare tutti i dispositivi elettrici, difatti, operano come generatore di corrente.

Le tre tipologie di moduli sono: il modulo monocristallino ricavato dalla lavorazione di lingotti di silicio di estrema purezza con atomi disposti tutti nella stessa direzione, queste celle fotovoltaiche sono costruite mediante un singolo cristallo di silicio ed in base alla sua purezza varia l’efficienza dell’impianto. Con la fusione di cristalli di silicio molto piccoli si ottiene il modulo policristallino, il lingotto viene tagliato in lamine sottili che formano le celle fotovoltaiche. È un tipo di modulo composto da decine di celle. Infine c’è il silicio amorfo, moduli piuttosto flessibili che permettono di ottenere risultati anche quando l’esposizione al sole non è ottimale ma con minor resa.

Quali sono i migliori impianti fotovoltaici

Quando ci si trova nella situazione di dover installare impianti fotovoltaici su un edificio bisogna considerare che si tratta di un investimento, la spesa iniziale verrà recuperata nel tempo. Molte aziende sono certificate e utilizzano materiali sicuri e non inquinanti. Si devono evitare le soluzioni troppo economiche ed i prodotti senza garanzia, meglio andare a scegliere quelli di provenienza europea, anche perché, ultimamente, i prezzi dei pannelli fotovoltaici sono diminuiti notevolmente.

Gli impianti fotovoltaici presentano vantaggi importanti come il risparmio sui consumi in bolletta, autonomia nel produrre l’energia perché non si è più dipendenti dai gestori di rete elettrica nazionale; l’aumento del valore commerciale dell’immobile dove viene installato un impianto fotovoltaico; la sostenibilità ambientale, poiché il sole è una risorsa naturale che consente di utilizzare energia pulita che non inquina. Quindi l’impianto fotovoltaico non solo fa risparmiare ma addirittura guadagnare, operando in regime di interscambio con la rete elettrica locale.

Per gli impianti fotovoltaici installati sui tetti delle case, in ambito domestico, vi è la possibilità di usufruire di una detrazione fiscale del 50%, lo Stato dà la possibilità di dimezzare i costi a chi sceglie il fotovoltaico e restituisce la metà delle spese sostenute attraverso gli sgravi fiscali, però questi incentivi non riguardano le aziende, le società o le attività commerciali.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium