/ Attualità

Attualità | 27 novembre 2022, 20:17

Il “Denina Pellico Rivoira” presente al teatro Magda Olivero in occasione della giornata contro la violenza sulle donne

Gli studenti hanno partecipato all'evento 'Un futuro a scarpe spaiate'promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo in collaborazione con il Comune di Saluzzo e con la Consulta Pari Opportunità

Il “Denina Pellico Rivoira” presente al teatro Magda Olivero in occasione della giornata contro la violenza sulle donne

In occasione della Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne quattro classi del Denina Pellico Rivoira, la 4A SC, la 3C RIM, la 3E CAT e la 3A ELETTRO, nella mattinata del 25 novembre presso il teatro Magda Olivero, hanno partecipato all'evento Un futuro a scarpe spaiate promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo in collaborazione con il Comune di Saluzzo e con la Consulta Pari Opportunità. A presentare gli ospiti e a condurre la mattinata è stata Annachiara Busso. Inizialmente si sono alternate sul palco per i saluti la dott.ssa Barrera, Presidente della Consulta Pari opportunità, e Rita Bussi, consigliere della Fondazione della cassa di Risparmio di Saluzzo. La mattinata è proseguita con la proiezione di un video in cui, attraverso le interviste a otto personaggi del saluzzese, quattro uomini e quattro donne, veniva fatto un quadro dei cambiamenti avvenuti attraverso differenti generazioni (degli anni '40 '50 '70 ' 90) in differenti ambiti del quotidiano o rispetto ad avvenimenti che potevano capitare. Una gravidanza indesiderata negli anni '50-60 poteva essere affrontata quasi esclusivamente con un matrimonio riparatore o per vie illegali, successivamente, negli anni 80-90, le ragazze hanno cominciato ad accedere ad un consultorio, ma raro era l'appoggio o la presenza della famiglia.

Le donne delle nuove generazioni possono vivere la condizione più liberamente e hanno sicuramente più strumenti per essere maggiormente consapevoli delle scelte da fare. Diversi gli argomenti toccati in questo video e che hanno dato adito al dibattito successivo: l'indipendenza economica delle donne, la possibilità di frequentare amicizie o di uscire la sera, il matrimonio, la possibilità di accedere agli studi. Lo scopo del video era quello di affrontare e sensibilizzare i ragazzi sui temi dell'emancipazione femminile passando attraverso un percorso di consapevolezza, di conoscenza delle proprie radici e di rispetto dei passi fatti nel quotidiano da uomini e donne che si sono trovati ad affrontare un enorme cambiamento sociale, economico e filosofico avvenuto durante tutto il '900. Utili per fornire nuovi spunti di riflessione gli interventi di tre scrittrici locali: la signora Manuela Dossetti, scrittrice originaria di Costigliole che racconta la storia di protagoniste femminili nelle nostre vallate a metà del '900 nei suoi testi  Vita di Taline e Il forestiero, Luisa Viglietta, originaria di Fossano e autrice di Mac 'na fia, che pubblica oggi la sua autobiografia con il racconto Una vita fuori dall'ordinario, Isabella Garavagno, racconigese, autrice di Solamente vita e Vite accanto, romanzi ambientati nella Racconigi della seconda guerra mondiale.

In chiusura l'intervento di Antonella Vassallo, referente per la zona Saluzzo dell'associazione Mai +Sole, associazione  nata quindici anni fa a Savigliano che fa parte della rete antiviolenza della provincia di Cuneo e che è costituita da volontarie che si occupano di donne che subiscono violenza fisica e psicologica.

 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium