/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2022, 17:38

A Cavallermaggiore il convegno di Confagricoltura Cuneo su biosicurezza e peste suina africana

Martedì 6 dicembre, alle 10, presso “Le Cupole” previsti gli interventi di funzionari e rappresentanti regionali e del presidente nazionale della Federazione Suinicola, Rudy Milani

A Cavallermaggiore il convegno di Confagricoltura Cuneo su biosicurezza e peste suina africana

Martedì 6 dicembre, alle 10, presso “Le Cupole” a Cavallermaggiore (Strada Regionale 20) avrà luogo il convegno dal titolo “Gestione PSA e biosicurezza negli allevamenti suini” organizzato da Confagricoltura Cuneo per analizzare due delle questioni principali che interessano direttamente gli allevatori non solo nella nostra provincia, ma di tutto il Piemonte.

Oltre ai rappresentanti di Confagricoltura, tra cui il presidente nazionale della Federazione Suinicola, Rudy Milani, interverranno esperti e massimi rappresentanti politici della Regione Piemonte.

L’incontro, rivolto principalmente agli allevatori e agli addetti del settore, è ad accesso libero e aperto a tutti.

Per maggiori informazioni contattare gli uffici della Confagricoltura Cuneo al numero 0171/694123 o via e-mail a eventi@confagricuneo.it.

Con questo incontro desideriamo anzitutto analizzare nel dettaglio il nuovo bando per interventi di biosicurezza attivato dalla Regione Piemonte in seguito alla diffusione della Peste Suina Africana e, con l’occasione, fare il punto sull’evoluzione della malattia e delle misure messe in campo per contrastarla – dichiara Enrico Allasia, presidente di Confagricoltura Cuneo e Piemonte - . Da mesi, infatti, gli allevamenti suinicoli (quasi un migliaio quelli attivi solo nella provincia di Cuneo, per circa un milione di capi) stanno guardando con enorme preoccupazione all’evolversi della PSA e riteniamo che il percorso da fare per un suo controllo e una sua eradicazione sia ancora molto lungo, a partire dal numero di abbattimenti di cinghiali ad oggi ancora troppo esiguo. Lo abbiamo detto da subito ma lo ribadiremo alla politica, occorre agire velocemente e con maggiore determinazione se non si vuole mettere a rischio una delle filiere principali non solo dell’economia provinciale e regionale, ma di tutto il Made in Italy”.

Nel dettaglio, il programma del convegno prevede i saluti introduttivi del presidente Enrico Allasia, seguiti, prima, dalla relazione di Luca Picco, del settore Sanità pubblica veterinaria e Sicurezza alimentare della Regione Piemonte, sugli “Aggiornamenti epidemiologici e di gestione della PSA” e, poi, dall’intervento di Bartolomeo Griglio, del settore Prevenzione, Sanità pubblica veterinaria e Sicurezza alimentare della Regione Piemonte, con le “Indicazioni operative per l’applicazione delle misure di biosicurezza negli allevamenti suini del Piemonte.

A tal proposito, Monica Bassanino, del settore Produzioni agrarie zootecniche della Regione Piemonte, entrerà nel merito del recente bando “Biosicurezza – mis. 5.1.1 PSR” che prevede sostegni agli allevamenti in materia, per poi lasciare spazio all’intervento di Rudy Milani, che analizzerà in modo più ampio le prospettive future del comparto suinicolo nazionale tra benessere animale ed emissioni in atmosfera.

Le conclusioni saranno affidate agli assessori regionali Luigi Icardi (Sanità) e Marco Protopapa (Agricoltura).

L’iniziativa, sostenuta da diversi sponsor, è valida per il riconoscimento dei crediti formativi da parte di Collegio Interprovinciale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati di AL, AT, CN, TO e Valle d’Aosta e Federazione Interregionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali del Piemonte e della Valle d’Aosta.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium