/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2022, 15:51

Alba, il vicedirettore generale della Fao Maurizio Martina apre la 9ª edizione del master "Michele Ferrero"

Domani la cerimonia di inaugurazione del corso universitario in Innovazione nelle Scienze e Tecnologie Alimentari supportato dalla Fondazione Ferrero e intitolato alla memoria dell'industriale

Maria Franca Ferrero durante una passata edizione di consegna delle borse di studio collegate al Master

Maria Franca Ferrero durante una passata edizione di consegna delle borse di studio collegate al Master

Mercoledì 30 novembre alle 15 presso la Fondazione Piera, Pietro e Giovanni Ferrero di Alba, verrà inaugurata la 9ª edizione del Master Universitario di II livello in Innovazione nelle Scienze e Tecnologie Alimentari dedicato a Michele Ferrero.

Il Master promosso e coordinato dall’Università degli Studi di Torino, con la partecipazione strutturata dell’Università Cattolica del Sacro Cuore - Campus di Piacenza e dell’università di Monaco di Baviera, è reso possibile grazie al contributo della Fondazione Ferrero.
 
Alla cerimonia di inaugurazione, oltre ai rappresentati istituzionali di Ferrero, interverranno il vicedirettore Generale della FAO, Maurizio Martina, con una lectio magistralis dal titolo “Food Systems Transformation: Food Security and Nutrition Goals” e l’ambasciatore Gian Lorenzo Cornado, rappresentante permanente a Ginevra presso le organizzazioni internazionali. Interverranno inoltre Alex Assanvo, segretario esecutivo della Cȏte d'Ivoire Ghana Cocoa Initiative, e Koffi Adjoumani, vicerappresentante Permanente dell'Ambasciatore della Costa d'Avorio. Entrambi affronteranno temi legati alle complessità della filiera del cacao, quali la sostenibilità economica, sociale e ambientale della produzione, presente e futura.

Al Master, che avrà durata di un anno accademico, hanno accesso 11 partecipanti che hanno brillantemente superato le selezioni. Con l'obiettivo di favorire l'empowerment economico e sociale e la crescita dell'imprenditorialità in Africa un posto è stato riservato a un candidato straniero con cittadinanza africana.

Saranno interamente sovvenzionate dalla Fondazione Ferrero sia la quota di iscrizione che le borse di studio per agevolare la frequenza, con un contributo rivolto agli studenti ammessi.
Inoltre, per tre studenti giudicati particolarmente meritevoli verrà garantito un premio di 10.000 euro ciascuno. Uno per lo studente che ottiene il miglior punteggio complessivo, uno per la migliore tesi finale e uno per il miglior Business Case.

L'edizione del Master 2022-2023 si concentrerà sui “Nuovi indicatori di qualità per il sistema alimentare del terzo millennio”. Un approccio multidisciplinare e una prospettiva internazionale caratterizzeranno le attività didattiche, con l’obiettivo di sviluppare ed innovare la cultura scientifica nel campo della nutrizione e delle tecnologie alimentari, materie strettamente connesse in una visione di food science integrata.

Il completamento del Master prevede anche uno stage in azienda in Italia o all’estero che darà l’opportunità di entrare a far parte del mondo Ferrero o di altre importanti aziende del settore alimentare.

Il Master, interdipartimentale e interuniversitario, si propone di fornire, agli studenti con laurea magistrale ed adeguata formazione in settori scientifici diversi, una preparazione di carattere interdisciplinare nel campo delle scienze e delle tecnologie dell’alimentazione umana, che consenta loro di utilizzare le competenze acquisite per gestire, con un approccio internazionale ed innovativo, la ricerca e lo sviluppo di nuovi prodotti alimentari, con particolare attenzione alla qualità del prodotto e del processo.

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium