/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2022, 18:39

La Morra rinnova l’amicizia con la gemellata Sulzburg

Momenti culturali e non solo nel futuro dello scambio tra il centro langarolo e il paese situato nel land del Baden-Württemberg, in Germania

Fotoservizio Barbara Guazzone

Fotoservizio Barbara Guazzone

Si è svolto lo scorso fine settimana, a partire dal 26 novembre, l’incontro tra le delegazioni di La Morra e della gemellata cittadina di Sulzburg, comune tedesco di 2.739 abitanti, situato nel land del Baden-Württemberg, che ha dato i natali a Ernst Leitz, fondatore dell’azienda omonima conosciuta il tutto il mondo per la produzione di ottiche, microscopi e delle prestigiose macchine fotografiche Leica.

La visita è iniziata il venerdì sera, con una cena a cui erano presenti la delegazione tedesca – formata dal sindaco di Sulzburg Dirk Blens, da Hanni Sum, membro del consiglio comunale, Monika Eingrieber, presidente del comitato per il gemellaggio, Claudia Dronner, segretaria del comitato per il gemellaggio, Rainer Schlumberger, produttore vitivinicolo e Caterina Politi, organizzatrice di eventi culturali e artistiche – e da quella lamorrese, formata dal sindaco Maria Luisa Ascheri, il vicesindaco Massimo Guarena, l’assessore Pierangelo Bosco, Paola Gallina, presidente del comitato per il gemellaggio, il consiglio direttivo della cantina comunale di La Morra, con in testa il presidente Matteo Ellena.

Il momento conviviale, così come i successivi incontri, sono stati tesi al concordare assieme una serie di eventi da realizzarsi in occasione del ventennale dalla nascita del gemellaggio, che cadrà appunto nel prossimo anno. Durante l’incontro è stata ricordata la figura di Hilmar Czwartek, scomparso da poco, che è stato il “padre” del gemellaggio tra le due cittadine.

Il giorno seguente, dopo aver effettuato una ricerca del tartufo in frazione Annunziata, le due delegazioni si sono nuovamente confrontate per mettere a punto alcuni aspetti degli eventi dedicati alla celebrazione del ventennale.

Tra questi la proposta di portare alcuni artisti lamorresi a esporre le proprie opere a Sulzburg, durante i cosiddetti “Giorni dell’atelier” (Ateliertage), che si svolgono nella cittadina tedesca fin dal ’91 e si concretizzano in una mostra diffusa che nell’ultima edizione ha visto esporre circa 40 artisti in 21 luoghi cittadini, alcuni dei quali molto particolari come cortili pittoreschi, ex cantine, stanze private, laboratori e ovviamente studi.

Domenica mattina le due delegazioni hanno avuto un ulteriore incontro, al quale si sono aggiunti alcuni rappresentati delle associazioni e di altre realtà lamorresi come Giorgio Ballarin della Banda Musicale, Rosanna Boglietti, presidente del club Unesco di La Morra, Tania Stigliano in rappresentanza dell’ufficio turistico di La Morra.

In questa occasione il sindaco di Sulzburg, Dirk Blens, ha raccontato del celebre carnevale di Sulzburg, che si svolge ogni anno nel fine settimana dopo il mercoledì delle Ceneri come parte del Carnevale alemanno ed è chiamato il Carnevale dei contadini (Burefasnet). Tre giorni di festeggiamenti che vedono il loro momento clou nella coloratissima sfilata fatta da oltre 2mila Hästräger di varie corporazioni dalla Foresta Nera, Ortenau, Markgräflerland al Lago di Costanza che, accompagnati da gruppi di musici, attraversano le strade e i pittoreschi vicoli della città, partendo dalla porta della città antica, per finire nella piazza del mercato nel centro della città. Dopo la parata, come cala il sole, sulle montagne vicine si svolge il tradizionale Scheibenfeuer (fuoco del disco), che segna la fine del Burefasnet nella Sulzbachtal. 

Il sindaco Blens ha proposto di poter celebrare la festa per i vent’anni del gemellaggio proprio in occasione del Burefasnet, invitato la prima cittadina Maria Luisa Ascheri e la cittadinanza lamorrese a Sulzburg. 

Proprio in quei giorni, inoltre, nella cittadina tedesca, verrà organizzato un convengo sul tema dell’effetto dei cambiamenti climatici nei territori vitivinicoli e sarebbe occasione per mettere a confronto le esperienze delle due cittadine, tedesca e italiana, che hanno in comune la vocazione per la viticultura.

Per contro il sindaco Ascheri, ha manifestato l’intenzione di ricambiare l’invito, proponendo una replica della festa del gemellaggio nella cittadina langarola, da svolgersi nei primi giorni di settembre.

Andrea Olimpi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium