/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2022, 11:36

Arriva da Priocca l'uomo chiamato a risollevare le sorti della Juventus

Al nuovo direttore generale del club bianconero Maurizio Scanavino gli auguri del senatore Marco Perosino, sindaco del centro roerino: "L’uomo giusto, sicuro che farà bene"

Maurizio Scanavino, nuovo direttore generale della Juventus (Fb)

Maurizio Scanavino, nuovo direttore generale della Juventus (Fb)

Vive a Torino, ma come dice bene il cognome è un roerino Doc, Maurizio Scanavino, da oggi nuovo direttore generale della Juventus, chiamato a prendere in mano le redini del club bianconero dopo le dimissioni del presidente Andrea Agnelli e di tutto il consiglio di amministrazione della società.

Classe, 1973, da tempo residente a Torino con moglie e figli, Scanavino ha vissuto a Priocca sino all’età adulta, quando dopo la laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni al Politecnico di Torino, ha imboccato l’importante carriera che, dopo gli inizi nella multinazionale Accenture, lo ha portato a scalare i vertici di diverse controllate del gruppo Fiat.

Dal 2004 partecipando al rilancio della società guidata da Sergio Marchionne in qualità di direttore di Brand Promotion con responsabilità di marketing e comunicazione per i marchi Fiat, Alfa Romeo e Lancia. Tre anni dopo, nel 2007, entrando nel settore editoriale del gruppo come direttore dell’area digitale e marketing dell’editrice della Stampa, occupandosi in particolare dello sviluppo prodotto e del portafoglio digitale e diventando tre anni dopo direttore generale della concessionaria di pubblicità Publikompass. Nel 2013 passando poi al quotidiano genovese Il Secolo XIX, dove, in qualità di amministratore delegato, ha operato alla fusione con La Stampa, operazione che porta alla nascita di Itedi, di cui venne nominato direttore generale.  Successivamente ha guidato il processo di integrazione di Itedi con il Gruppo L’Espresso, che ha portato alla costituzione del gruppo Gedi, gruppo editoriale di cui è tuttora amministratore delegato e direttore generale. Descritto come vicino a John Elkann, è ora chiamato a risollevare (e a far quadrare i conti) della Juventus. Almeno fino alla costituzione di un nuovo asset dirigenziale.

Sul fatto che possa essere "l’uomo giusto per farlo" non ha dubbi il senatore Marco Perosino, sindaco del comune dove Scanavino torna frequentemente anche perché qui ha radici e vive tuttora la sua famiglia di origine - a partire dal padre, che è direttore del consorzio irriguo del Lavandaro, e dal fratello, stimato geometra. Giusto un anno fa, nel novembre 2021, l’Amministrazione guidata da Perosino gli aveva anche conferito un riconoscimento alla tradizionale Festa del Ringraziamento, per il lustro conferito al paese nell’importante ruolo di guida di Gedi. Ora per lui si aggiunge "un importante e impegnativo compito, per il quale gli facciamo i migliori auguri, sicuri che riuscirà bene anche in questo".

Ezio Massucco

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium