/ Attualità

Attualità | 30 novembre 2022, 07:11

Dibattito sulla mobilità sostenibile in Langhe e Roero, le associazioni: "Se tutta la politica ci ascoltasse si farebbe un gran lavoro"

Organizzato da Comuneroero odv, Osservatorio per la Tutela del Paesaggio di Langhe e Roero, Fiab Alba e dal Coordinamento Mobilità Integrata e Sostenibile Co.M.I.S

Il relatori durante la serata

Il relatori durante la serata

Un centinaio di persone presenti ieri sera (martedì 29 novembre) nella sala Congressi del Palazzo Mostre e Manifestazioni “G.Morra” in piazza Medford ad Alba e molte decine collegate in streaming, hanno seguito lunedì sera il dibattito sui temi della viabilità albese e non solo.

Organizzata dall’associazione Comuneroero odv, dall’Osservatorio per la Tutela del Paesaggio di Langhe e Roero e le associazioni ad esso aderenti, da Fiab Alba e dal Coordinamento Mobilità Integrata e Sostenibile Co.M.I.S, la serata ha visto un’efficace interazione fra i relatori e il pubblico.

Sono intervenuti Cesare Cuniberto e Guido Chiesa per l’Osservatorio, Angelo Porta per Legambiente, Marco Ravina per la Fiab e Fulvio Bellora per Co.M.I.S 

Ha dichiarato l’infaticabile presidente di Comuneroero Cesare Cuniberto: Siamo molto soddisfatti per l’esito della serata di ieri. Finalmente anche una parte della politica presente ha iniziato a sostenere le nostre tesi, il tunnel di Verduno al posto del viadotto, la gratuità della tratta Castagnito-Cherasco e ha confermato la piena adesione al tema ciclabili e ferrovia. C’è anche la disponibilità ad un confronto sui temi e sulle proposte presentate sulla viabilità albese.

Potremmo lavorare concretamente insieme se anche la parte della politica assente accettasse il confronto. Va rimarcata la quasi totale assenza del Comitato tecnico, della giunta di Alba, dei Sindaci del territorio interessato alle opere in costruzione, delle Associazioni di categoria dei trasportatori e degli agricoltori: ordini superiori non permettono più di esprimersi liberamente e manca il coraggio necessario per prendere le decisioni giuste.”

Le richieste alla politica sono indicate dallo stesso Cuniberto: “Vorremmo sapere i risultati dello studio comparativo AT-CN del tratto 2.6, tra tunnel e tracciato in esterno e l’aggiornamento analitico del cronoprogramma. Inoltre la certezza del ripristino delle ciclabili e il sostegno alla gratuità e l’accesso ai mezzi agricoli all’ex tangenziale.

Chiediamo che venga presa in considerazione la nostra proposta per il raddoppio del ponte albertino ad Alba, il nuovo percorso con la galleria di Santa Rosalia e la riattivazione delle linee ferroviarie sospese con un modello di esercizio adeguato.

Ringrazio tutti i partecipanti e le associazioni organizzatrici e vi invito al prossimo convegno ad inizio primavera”.

Silvano Bertaina

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium